Quantcast

Pool di vaccinatori anti covid, risposta massiccia dagli infermieri: arrivano 188 domande

Grande adesione all'Avviso pubblico dell'Asrem per 14 infermieri vaccinatori fuori dall'orario di servizio. Sarà la squadra che dovrà affrontare l'imminente campagna di vaccinazione di massa

È una risposta massiccia quella giunta nei giorni scorsi all’Avviso pubblico diramato dalla azienda sanitaria regionale alla ricerca di 14 infermieri per la costituzione di un cosiddetto pool di vaccinatori in vista della campagna di vaccinazione di massa contro il covid-19 che ci aspetta nei prossimi mesi.

Sono infatti ben 188 le domande pervenute all’Asrem rispetto all’Avviso pubblicato lo scorso 31 dicembre con tre giorni di tempo per presentare domanda. Sono stati quindi tantissimi gli infermieri che hanno scelto di presentare il proprio curriculum. La ricerca di infermieri per la campagna di somministrazione del vaccino si era resa necessaria poiché servirà personale che dovrà svolgere attività in tutte le sedi aziendali preposte e presso le Rsa al di fuori dell’orario di servizio. Le ore effettuate dagli infermieri saranno poi liquidate come attività aggiuntiva.

Delle 188 domande pervenute, soltanto 4 sono state scartate perché ritenute inammissibili. La graduatoria, come era stato già specificato nell’Avviso pubblico, è stata redatta in base all’unico criterio dell’anzianità di servizio. Quindi i 14 infermieri che costituiranno il Pool di vaccinatori saranno quelli con maggiore esperienza fra coloro che hanno deciso di presentare domanda.

Questa squadra di specialisti della somministrazione di vaccini servirà soprattutto nei prossimi mesi e cioè quando sarà terminata la vaccinazione degli operatori sanitari e degli ospiti delle Rsa che sta andando avanti in questi giorni e che dopo un inizio a rilento ha subito una forte accelerazione tanto che sono oltre 2000 le somministrazioni fatte finora in Molise, cioè qualcosa meno della metà delle dosi ricevute.

Infatti dopo queste prime due categorie, si comincerà la vaccinazione di massa iniziando con la popolazione più anziana, a partire dagli ultraottantenni per poi andare a scalare in base all’età. Secondo quanto affermato dal commissario per l’emergenza sanitaria, l’obiettivo è quello di arrivare alla vaccinazione del 70% circa dell’intera popolazione residente in Italia entro il prossimo settembre così da avere una cosiddetta copertura di gregge contro il covid-19.

È attivo il canale Telegram di Primonumero.it. Unisciti al nostro Canale per essere sempre aggiornato sulle news.