Quantcast

Petacciato, parroco positivo al tampone rapido: il sindaco chiude tutte le scuole

Il sacerdote della chiesa di San Rocco don Mario Colavita ha comunicato pubblicamente la propria positività al tampone antigenico e in attesa del test molecolare è in isolamento. Per precauzione il primo cittadino ha emanato un’ordinanza di chiusura di tutti i plessi

Il parroco della chiesa di San Rocco di Petacciato è risultato positivo al tampone rapido. Lo ha comunicato lo stesso don Mario Colavita con un post Facebook nel primo pomeriggio di oggi, 7 gennaio. Per precauzione il sindaco Roberto Di Pardo ha deciso di chiudere tutte le scuole per una settimana.

“Oggi ho fatto il tampone rapido, sono risultato positivo. Mi toccano 10 giorni di isolamento, successivamente farò il tampone molecolare”. Con queste parole affidate alla pagina Facebook della parrocchia, don Mario Colavita ha reso nota la sua positività al tampone antigenico. Servirà però il più sicuro test molecolare per capire se il sacerdote, molto amato in paese, abbia contratto il coronavirus.

Nel frattempo in paese c’è un po’ di preoccupazione visti i contatti possibili del sacerdote che ha regolarmente celebrato messa sino a ieri. Questo il motivo che ha spinto il primo cittadino Roberto Di Pardo, a titolo meramente precauzionale, a emanare un’ordinanza di chiusura di tutti i plessi scolastici.

In particolare la decisione viene motivata “vista la funzione esercitata che pone il soggetto positivo ad avere numerosi contatti con la cittadinanza”.

Da qui l’ordinanza sindacale numero 2 del 7 gennaio 2021, in corso di pubblicazione, si è disposta la revoca della propria precedente ordinanza numero 1 del 2021 e la chiusura, in via precauzionale, dell’intero Istituto comprensivo “V. Cuoco” di Petacciato (scuole dell’Infanzia, primaria e secondaria di primo grado) da domani, venerdì 8 gennaio 2021 e fino a sabato 16 gennaio 2021”.

Va ricordato che i bambini della scuola dell’Infanzia e della Primaria erano rientrati a scuola dalle vacanze natalizie proprio stamattina.

Intanto don Mario Colavita ha fatto sapere di stare bene e di non avere sintomi. “Ho sempre usato mascherina e igienizzante” ha assicurato il parroco, aggiungendo che “la chiesa viene sanificata ogni giorno e rimarrà aperta. Verrà chiamato un altro sacerdote per dire messa”.

Su Facebook sono già decine i commenti da parte di parrocchiani e cittadini che hanno voluto fare i migliori auguri a don Mario.