Campomarino sotto covid, muore ex presidente squadra di calcio: aveva fatto il tampone poche ore prima

Desiderio Paladino è deceduto a casa domenica mattina, il giorno seguente il test molecolare che poi ha dato esito positivo. “Persona di anima buona, affezionato alle sue origini” lo ricorda il sindaco Silvestri. Intanto avviato screening nelle scuole dopo alcuni contagi fra alunni e docenti

Una notizia terribile, che ha colpito il paese in un momento di grave difficoltà. All’età di 77 anni è morto domenica scorsa nella propria abitazione di Campomarino Desiderio Paladino, per molti anni presidente della locale squadra di calcio e personaggio noto e benvoluto nella località adriatica molisana. Il suo decesso è riportato oggi nel bollettino quotidiano dell’Asrem sull’emergenza coronavirus.

Il 77enne era stato sottoposto a tampone molecolare solo sabato scorso ed è morto qualche ora dopo per probabili complicazioni. Il tampone ha poi dato esito positivo.

La cerimonia funebre si è svolta nel pomeriggio odierno mentre il paese ha appreso della morte con sgomento. “Ci uniamo al dolore che ha colpito la famiglia di Desiderio Paladino, storico presidente rossoblú negli anni migliori del calcio campomarinese. Ai suoi cari va l’abbraccio dell’ASD Campomarino” si legge sulla pagina Facebook del Campomarino calcio.

L’ha voluto ricordare anche il sindaco Pierdonato Silvestri. “Cara Famiglia Paladino, non è il Sindaco che scrive, ma l’uomo Pierdonato, addolorato per la tragica scomparsa dell’amico Desiderio.

Raccontare cosa ha rappresentato per il nostro paese è al quanto riduttivo, soprattutto nel mondo dello sport locale. Sono diverse le generazioni che a distanza di anni con ammirazione e affetto raccontano ancora del Campomarino di “Paladino”.

Ce ne sarebbero molteplici di episodi da ricordare, ma oggi è importante commemorare l’uomo Desiderio, persona di anima buona, disponibile con tutti, affezionato alle sue origini. Una guida per la sua famiglia, esempio per l’intera comunità locale.

Ora è il tempo delle lacrime, ed è giusto così, ma gli insegnamenti che ha lasciato devono essere motivo per ricominciare. “Organizzare, Partecipare e Vincere” era la frase che ripeteva sempre. E lui ha sicuramente Vinto, non solo nello sport ma soprattutto nella vita”.

 

Purtroppo quello del 77enne non è l’unico caso recente di Covid-19 che riguarda Campomarino negli ultimi giorni, bensì ci sono altri focolai che interessano la comunità. Alcuni casi di positività sono stati registrati anche a scuola e per questo nelle scorse ore l’Asrem, in collaborazione con il Comune, ha avviato uno screening.

Sono stati sottoposti a tampone molecolare nella palestra dell’istituto Omnicomprensivo alunni, docenti e personale Ata relativi a una classe della scuola Primaria e una della scuola dell’Infanzia. Risultano per ora le positività accertate di sei alunni e tre docenti ma bisogna attendere i risultati dei tamponi delle scorse ore e di una eventuale altra tornata di tamponi per capire se il contagio è ancora più diffuso, considerando inoltre che molti hanno scelto di sottoporsi a test rapido e non si conoscono i risultati nel dettaglio.