Impiegati e funzionari già vaccinati, dentisti e specialisti ancora no. “L’immunità non sia un privilegio”

Centinaia di operatori non sanitari sono in attesa della seconda dose del vaccino anti Covid mentre odontoiatri e medici liberi professionisti, che pure sono in prima linea, non sono stati ancora vaccinati e non si sa quando lo saranno. Col taglio alle scorte l’immunità per loro si fa sempre più lontana. L’Ordine dei medici ha sollecitato Asrem e Regione a estendere il presidio vaccinale anche a dentisti e specialisti che incontrano ogni giorno decine di pazienti nei loro studi.