Quantcast

Il virus ‘torna’ in classe: contagi in crescita, le scuole richiudono dopo 2 settimane. Stop anche a Larino

È stata il 18 gennaio la data X del Molise per il ritorno in classe. Rientro in presenza accolto favorevolmente da molti, non già da tutti. Docenti, genitori e studenti si sono divisi quasi simmetricamente in due fronde, quella che inneggiava alla Dad per motivi di sicurezza in termini di salute e quella che non vedeva l’ora di tornare alla didattica tradizionale dopo mesi di dure lezioni a distanza.

Fatto sta che, appena due settimane dopo, il ritorno della scuola da casa sarà nuovamente realtà per molti. Si susseguono, in questi giorni, le ordinanze dei sindaci che in via precauzionale, vista la recrudescenza del contagio e la presenza di cluster in seno agli istituti scolastici stessi, hanno disposto la chiusura delle scuole.

L’ultima in ordine di tempo è quella di Larino, di stamane 31 gennaio, ma in questi giorni in cui i casi registrati in Basso Molise paiono aumentare sempre più sono diverse le decisioni in tal senso, molte già comunicate.

TERMOLI

Il sindaco Francesco Roberti, con ordinanza n. 34 del 30 gennaio, ha disposto la sospensione della didattica in presenza nelle scuole di ogni ordine e grado dal 1 al 10 febbraio. E oggi il primo cittadino ha affermato che “i cluster scoppiati a Termoli ed individuati dall’Asrem sono riferiti a 2 istituti superiori della città (Liceo Scientifico di Termoli e Alberghiero, quest’ultimo però smentisce categoricamente), all’onnicomprensivo di Difesa Grande, alla scuola Campolieti, a due scuole private (che svolgono servizi per l’infanzia) e si attendono i risultati di altrettanti tamponi collegati ai suddetti cluster”.

Il sindaco di Termoli chiude tutte le scuole fino al 10 febbraio: “Focolai in 5 Istituti”

LARINO

Di oggi, ma preannunciata già ieri, la decisione del sindaco Pino Puchetti di chiudere le scuole.

Nell’ordinanza n. 7 del 31 gennaio si legge che “sul territorio comunale vi sono attualmente alcuni casi di alunni e docenti positivi al Covid-19 e vi sono numerosi casi di persone in isolamento precauzionale, con potenziale rischio di allargamento dello spettro del contagio ad altri soggetti che gravitano sul territorio comunale”. Quindi la decisione di chiudere in via precauzionale le scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio comunale dal 1 febbraio al 14 febbraio.

Attualmente nella cittadina frentana ci sono 18 casi di positività al Sars-Cov-2 ma nelle prossime ore altri potrebbero emergere. E nel pomeriggio di ieri sono stati effettuati una ottantina di tamponi agli studenti del liceo e al personale docente e non.

CAMPOMARINO

A Campomarino, diventata zona rossa in base all’ordinanza firmata oggi (31 gennaio) dal governatore Toma, in tutte le scuole la didattica si svolgerà a distanza.

Quasi 100 contagi in 7 giorni, Campomarino diventa zona rossa. Toma firma l’ordinanza

PALATA

La sindaca Maria Di Lena pochi giorni fa aveva prorogato la precedente ordinanza che chiudeva le scuole del suo comune. Anche nel piccolo paese di Palata in questa settimana i contagi – relativamente al numero di abitanti – sono stati significativi. Le scuole, al momento, resteranno chiuse fino al 5 febbraio.

20 contagi in una settimana a Palata, chiuse ancora le scuole e gli uffici comunali

SANT’ELIA A PIANISI

Nel piccolo comune del Fortore, che oggi uscirà ufficialmente dalla zona rossa disposta da un’ordinanza regionale, l’allerta resta comunque elevata. Le scuole resteranno chiuse fino al 12 febbraio: da domani – 1 febbraio – entrerà in vigore la nuova ordinanza firmata dal sindaco Biagio Faiella che ha deciso di prorogare infatti il provvedimento dello scorso 4 gennaio.

Sant’Elia a Pianisi esce dalla zona rossa, ma il sindaco proroga le restrizioni. Scuole chiuse fino al 12

FROSOLONE E MIRABELLO SANNITICO

A Frosolone da domani (1 febbraio) fino al 6 febbraio è sospesa l’attività in presenza per la scuola dell’infanzia primaria, secondaria, sezione primavera e asilo nido.

A Mirabello invece fino al 2 febbraio è previsto lo svolgimento a distanza dell’attività didattica nella scuole primaria dopo il contagio accertato in un’alunna della quarta elementare.

 

È attivo il canale Telegram di Primonumero.it. Unisciti al nostro Canale per essere sempre aggiornato sulle news.