“La strada del Cardarelli intitolata al prof Montalbò”: i nipoti del chirurgo che ha fondato l’ospedale rinfrescano la memoria ad Asrem

I familiari del chirurgo morto nel 1966 hanno inviato una lettera al direttore dell'Azienda sanitaria regionale Oreste Florenzano per chiedere il rispetto della reale denominazione della strada come prevedono gli atti ufficiali: "Il Cardarelli si trova in viale Prof. Luigi Montalbò, sbagliato scrivere che si trova in contrada Tappino". L'intitolazione del piazzale è avvenuta nel 2010.

Forse più di qualcuno a Campobasso ricorda il professore Luigi Montalbò, valente chirurgo e primario nell’ospedale di Campobasso, la città in cui è nato nel 1885 ed è morto nel 1966. Sicuramente si ricordano del medico, che fu allievo di Antonio Cardarelli (a cui il presidio è dedicato), gli esponenti dell’ex amministrazione Di Bartolomeo che nel 2010 decisero, con un cambio della toponomastica, di dedicargli il piazzale antistante il nosocomio del capoluogo.

Peccato che in pochi rispettino il cambio di denominazione della toponomastica. In primis l’Azienda sanitaria regionale del Molise. 

A rinfrescare la memoria ai vertici Asrem è uno dei nipoti del professore Luigi Montalbò, Nino, che ha inviato una lettera al direttore generale Oreste Florenzano proprio per rivendicare la memoria sull’illustre parente e per chiedere di correggere l’intestazione sulla documentazione ufficiale dell’Azienda sanitaria.

“L’ospedale di Campobasso si trova in viale professore Luigi Montalbò e non in contrada Tappino“, sottolinea Nino Montalbò nella missiva scritta anche a nome delle sorelle che è stata inviata al manager Florenzano e anche alla nostra redazione.

Seppur con cortesia, la famiglia Montalbò fa una ‘tirata d’orecchie’ all’Asrem che, scrivono, “nei documenti ufficiali continua ad annoverare l’ospedale Cardarelli in contrada Tappino”.

In realtà “dall’ottobre 2011 il presidio Cardarelli è ubicato su viale Prof. Luigi Montalbò”, si legge nella lettera. “Mi permetto di farle notare – evidenzia Nino Montalbo scrivendo al dg – che il Comune di Campobasso nel 2011 (in realtà era il 2010, come abbiamo verificato sul sito del Municipio, ndr), sollecitato dall’Ordine dei medici, degli odontoiatri e dei farmacisti della provincia di Campobasso, modificò la toponomastica comunale inserendolo l’ospedale Cardarelli non più in contrada Tappino ma su Viale professore Luigi Montalbo, intitolando così la strada di accesso all’ospedale del capoluogo regionale al suo fondatore”.

Pertanto, conclude, “anche a nome delle mie sorelle, visto che siamo i nipoti del fondatore dell’ospedale di Campobasso, le chiedo cordialmente di modificare la modulistica ufficiale dei servizi ospedalieri della Asrem inserendo come luogo di ubicazione del presidio ospedaliero Cardarelli di Campobasso viale professore Luigi Montalbo”.

Del resto, c’è chi rispetta fedelmente il cambio di toponomastica: basta consultare il sito dell’Ail che, nell’elenco dei centri ematologici del Molise, riporta proprio l’ospedale Cardarelli in via Luigi Montalbò – contrada Tappino. E speriamo che anche Asrem rimedi alla svista.