Quantcast

Il Commissario Giustini resta al suo posto: il Ministero alla Salute respinge le dimissioni

"Domani sarò di nuovo a Campobasso per affrontare l'emergenza del Cardarelli", le parole del Generale che ufficialmente resta ancora il Commissario straordinario alla Sanità molisana

“Il Ministero della Salute non mi ha ancora chiamato, ufficialmente sono ancora io il Commissario”, queste le parole perentorie del Generale Angelo Giustini, intervistato ai microfoni di Telemolise.

Era stato Giustini stesso il 30 dicembre scorso ad annunciare la sua decisione di dimettersi dal ruolo di Commissario ad acta della Sanità molisana. Quello che sembrava un colpo di scena, un ‘botto’ di fine anno, in realtà si è rivelato non esserlo.

Anzi. “Domani sarò in Molise, a Campobasso”, afferma il commissario straordinario che preannuncia di voler affrontare la grave situazione del Cardarelli. “Io volevo fare il Vietri covid hospital a Larino – ancora una volta il generale si toglie questo sassolino dalla scarpa -, non lo si è voluto fare e ora abbiamo come risultato di avere il Cardarelli inquinato“. Usa questo aggettivo il generale per fare riferimento al focolaio emerso nei giorni scorsi nel reparto di Chirurgia dell’ospedale hub molisano.

Focolaio a Chirurgia: reparto ‘blindato’. Stop a ricoveri e dimissioni, garantite emergenze in Ortopedia