Covid, morta 75enne ospite della rsa di Sant’Elia. È il decimo decesso in paese

Nel centro del Fortore, la 'zona rossa' del Molise, si allunga il triste elenco delle vittime provocate dal virus. Il paese è interessato da un focolaio che ha provocato in un mese dolore e angoscia

Più informazioni su

La ‘zona rossa’ del Molise, Sant’Elia a Pianisi, piange la decima vittima del virus: questa mattina – 26 gennaio – è spirata una delle ospiti della rsa del paese, una signora di 75 anni originaria di Ferrazzano. Nella struttura sanitaria una ventina tra anziani e operatori è attualmente positiva al Sars-Cov-2.

Quello di oggi è il decimo decesso che si registra nel centro del Fortore, interessato da oltre un mese da un focolaio scoppiato alla fine di dicembre: un numero altissimo di positivi, oltre cento contagi riscontrati dalle autorità sanitarie, mentre il sindaco Biagio Faiella aveva chiesto anche l’intervento dell’Esercito. La diffusione del virus, che ha richiesto misure straordinarie e restrizioni decise con l’ordinanza che ha dichiarato ‘zona rossa’ il paese, non ha risparmiato la vita delle persone: in meno di un mese dieci anziani si sono spenti a causa del covid.

La prima vittima è dello scorso 30 dicembre quando all’ospedale Cardarelli di Campobasso è spirato un uomo di 70 anni residente a Sant’Elia a Pianisi: era stato ricoverato in gravi condizioni in Terapia Intensiva, poi si è arreso al virus.

Nel paese del Fortore molisano ha provocato dolore e angoscia la morte di una ragazza di soli 29 anni: è avvenuto sempre a fine dicembre, la giovane donna era in attesa di un tampone dopo la positività al virus riscontrata nel marito.

Il tragico elenco delle vittime di Sant’Elia a Pianisi si è allungato in questo triste mese di gennaio. Solo quattro giorni fa lo strazio per i decessi è aumentato. Il 22 gennaio è stata un’altra giornata particolarmente drammatica: due anziane ospiti sempre della rsa, Giuseppina Volpe e Agnese Grano, purtroppo sono venute a mancare, hanno perso la battaglia contro il virus. E oggi il tragico epilogo per un’altra donna che si trovava nella struttura sanitaria.

Il paese continua ad essere zona rossa, lo sarà per altri tre giorni: fino al 29 gennaio, come prevede il provvedimento preso proprio per evitare la diffusione e il contagio del virus che ha provocato sofferenze e paura nella comunità.

Più informazioni su