Colpo di scena a Pizzone: Letizia Di Iorio torna in carica, la Prefettura fa marcia indietro

Il Prefetto reintegra la sindaca e i componenti della giunta e del consiglio comunale dopo aver nominato, lo scorso 24 dicembre, il commissario per mancata approvazione del bilancio. La prima cittadina: “Rientrata nelle mie funzioni, do assicurazione di continuare come ho sempre fatto, cioè con onestà e trasparenza”.

La sindaca di Pizzone, Letizia Di Iorio, torna in carica. Un colpo di scena, visto che lo scorso 24 dicembre la Prefettura di Isernia aveva sospeso il consiglio comunale del piccolo paese a seguito della mancata approvazione della salvaguardia degli equilibri di bilancio. Una motivazione che aveva spinto successivamente la stessa Prefettura a nominare come commissario per la gestione provvisoria dell’ente la dottoressa Giuseppina Ferri, viceprefetto del capoluogo di provincia pentro.

Il ribaltamento della decisione è avvenuto il 14 gennaio, quando, con nuovo decreto, adottato in autotutela amministrativa, che annulla e sostituisce il precedente, il Prefetto ha reintegrato la sindaca e i componenti della giunta e del consiglio, nell’esercizio delle proprie funzioni, nominando il commissario ad acta Ferri per l’approvazione del provvedimento.

Bilancio non approvato, sospeso il Consiglio comunale di Pizzone. Arriva il commissario

Ad annunciarlo è la stessa Letizia Di Iorio: “Facendo seguito ai fatti ‘politici’ che di recente hanno interessato il Comune di Pizzone, nel rammentare, quindi che, sebbene da me convocato tre volte consecutive il Consiglio Comunale non raggiungeva il numero legale per la validità della seduta di approvazione della salvaguardia degli equilibri; nel richiamare il decreto di sospensione del consiglio comunale di Pizzone del 24 dicembre scorso del signor Prefetto della Provincia di Isernia, comunico che, a far data dal 14 gennaio 2021, con nuovo decreto, adottato in autotutela amministrativa, che annulla e sostituisce il precedente, il Prefetto ha reintegrato il Sindaco e i componenti della Giunta e del Consiglio, nell’esercizio delle proprie funzioni, nominando il Commissario ad acta Ferri, precipuamente per l’approvazione del provvedimento in questione”.

La vicenda si conclude dunque con il reintegro nelle sue piene funzioni della prima cittadina che tiene a “ringraziare cordialmente la dottoressa Ferri ed il segretario comunale, dottor De Falco, dei quali, del resto, mi era già nota l’indiscutibile ed indiscussa professionalità, per l’opera svolta, finora, a vantaggio dei cittadini di Pizzone. Inoltre non posso non ringraziare per la solidarietà e la vicinanza che mi sono state espresse da numerosi colleghi sindaci, da amministratori regionali, da personalità del mondo civile e religioso, dagli amici e dai tantissimi cittadini. Pertanto, rientrata nelle mie funzioni, do assicurazione di continuare come ho sempre fatto, cioè con onestà e trasparenza, fedele al mandato datomi, insieme a chi vorrà esserci, libera da condizionamenti, personalismi ed interessi, fino all’ultimo minuto che avrò a disposizione”.

Molti ricordano con piacere che nel 2011, in occasione del Corpus Domini, Letizia Di Iorio interpretò molto bene il ruolo della ‘tunzella’ sul Mistero di Sant’Antonio Abate.