Si riunivano in un circolo privato nonostante i divieti covid: clienti multati. Chiesta la chiusura del locale

Una segnalazione, giunta al 113. In quel locale, all’altezza dei centri commerciali di Campobasso, continuavano a riunirsi gli iscritti al circolo privato nonostante il covid e le prescrizioni imposte dal governo.

Quindi nell’ambito dell’attività dei controlli amministrativi della Polizia di Stato, ieri pomeriggio – 12 gennaio – gli agenti della Divisione amministrativa, insieme ai colleghi della squadra mobile e agli agenti della squadra volante di Campobasso, hanno proceduto al controllo del circolo preposto anche alla somministrazione di alimenti e bevande nonché all’attività di sala giochi limitata ai soli soci. E qui hanno rilevato diverse violazioni alla normativa prevista per l’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Nell’ambito del controllo gli agenti hanno quindi contestato al presidente del circolo una sanzione amministrativa per un importo che va da 400 a 1000 euro per violazione al divieto di sospensione dell’attività, ed una sanzione accessoria che prevede la chiusura dell’attività da parte dell’autorità competente fino a 30 giorni.

Sono stati inoltre sanzionati alcuni soci del circolo presenti in quel momento, poiché sorpresi dal personale operante senza l’utilizzo dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie. Altri sono stati identificati e nei loro confronti si stanno valutando le conseguenti azioni amministrative.

Questi controlli amministrativi rientrano in un più ampio progetto di verifiche sul rispetto delle regole di prevenzione e contrasto della diffusione della pandemia voluto dal questore della Provincia di Campobasso. Un’attività che proseguirà nei prossimi giorni, senza sosta, nell’interesse superiore della salute pubblica e nel rispetto delle vittime del Covid.