Quantcast

Arrestati con la droga dopo un inseguimento, il Gip conferma i domiciliari: “Possono rifarlo”

Si è tenuta questa mattina l'udienza di convalida. Il 40enne di Ferrazzano e il 20enne di Campodipietra sono difesi dall'avvocato Silvio Tolesino che ha già annunciato il ricorso al Riesame

Sono stai arrestati dai carabinieri dopo un inseguimento iniziato lungo la fondovalle Tappino (ss 645) e terminato tra Gildone e Ferrazzano. A bordo avevano eroina e cocaina. Uno dei due (il 40nne di Ferrazzano) recepiva anche il reddito di cittadinanza ottenuto firmando false dichiarazioni.

Inseguimento lungo la Fondovalle Tappino, in auto eroina e cocaina: due arresti

Quindi sia per lui che per l’amico di 20 anni e residente a Campodipietra sono stati disposti gli arresti domiciliari e questi mattina l’interrogatorio di convalida davanti al Gip Veronica D’Agnone.

Difesi ambedue dall’avvocato Silvio Tolesino, il legale ha chiesto al giudice che fossero rimessi in libertà o in alternativa si optasse per una misura meno afflittiva della detenzione domiciliare.

Ferma, naturalmente, sulle proprie posizioni il sostituto Elisa Sabusco.

A distanza di circa un’ora dal termine dell’udienza, il gip ha confermato la misura della detenzione domiciliare a causa del rischio di reiterazione del reato.

L’avvocato Silvio Tolesino ha già annunciato che farà ricorso al Riesame tentando di smontare la gravità delle accuse che sono state mosse e convalidate ai due molisani che rientravano dalla Puglia dopo aver acquistato sostanze stupefacenti.