Quantcast

29 gennaio – Altri 84 contagi e 2 morti. Il tasso resta sopra il 10% e si allargano focolai in Basso Molise

Anche oggi (come ieri e ieri l'altro) ci sono due vittime del Covid in Molise: due novantenni ricoverati in Malattie Infettive. Continuano ad essere sull'ordine della ottantina le nuove diagnosi giornaliere. In doppia cifra anche oggi ci sono Campomarino e Termoli

ALTRI DUE ANZIANI RICOVERATI MORTI COL COVID

Anche nelle ultime 24 ore il Molise deve dire addio a due suoi anziani. Al Cardarelli, nel reparto di Malattie Infettive, sono morti un 94enne di Ripalimosani e un 91enne di Riccia. Anche ieri, e anche l’altro ieri, il bollettino Asrem aveva registrato due vittime. Con quelle di oggi il totale dall’inizio della epidemia in Molise sale a 274.

CONTAGI ANCORA ALTI IN BASSO MOLISE

84 nuove diagnosi di positività al Sars-Cov-2 in Molise nelle ultime 24 ore a fronte di 783 tamponi processati. Il tasso di positività è dunque del 10.7%, simile alla percentuale di ieri e di ieri l’altro quando i casi erano stati rispettivamente 79 e 84. Da tre giorni il Molise sta registrando numeri più alti del contagio. Ma sono soprattutto Termoli (oggi +19) e Campomarino (oggi +16) a registrare le cifre più alte e che spaventano in particolare se si guarda alla tendenza che c’è da una settimana a questa parte.

Continua ad allargarsi invero anche il focolaio di Frosolone (+6). Oggi ci sono 6 casi in più inoltre a Pettoranello del Molise, 5 a Larino, 4 a Filignano, 3 a Oratino, Pietracatella, Pozzilli e San Martino. Contagi (1 o 2 al massimo) anche in altri 13 centri della regione.

Gli attualmente positivi in Molise sono saliti a 1.122.

CAMPOMARINO E TERMOLI SOTTO ATTACCO COVID: 35 POSITIVI IN UN GIORNO, MOLTI CON SINTOMI

È il Basso Molise in questo momento l’epicentro del virus in regione. Termoli, dove esattamente un anno fa è iniziato il contagio da nuovo coronavirus proprio con il primo focolaio all’interno dell’ospedale, registra numeri importanti anche oggi. I positivi sono 19, e il dato, rapportato alle cifre che arrivano dal resto della regione, preoccupa. Nel mirino i focolai di origine familiare ma anche raduni di giovani che velocizzano e favoriscono la diffusione del contagio. Il sistema di tracciamento, tuttavia, è abbastanza inceppato a vedere il numero di richieste per eseguire il tampone molecolare rispetto ai test effettivamente eseguiti quotidianamente.

Ancora più problematica la situazione a Campomarino che ha un quinto degli abitanti di Termoli e un numero di nuove diagnosi di 16, che si sommano agli oltre 80 casi già accertati con molecolare nei precedenti 7 giorni. Nel centro rivierasco al confine con la Puglia sarebbero diversi i focolari in atto, alcuni dei quali collegati alla comunità di albanesi stanziale nel paese amministrato da Pierdonato Silvestri, che aveva anche chiesto, senza ottenerla, la zona rossa. Non è escluso che provvedimenti possano essere presi in tal senso nelle prossime ore, sommati alla chiusura di tutte le scuole del paese.

3 RICOVERI IN INFETTIVE, DOVE I POSTI LETTO OCCUPATI SALGONO A 54

3 le ospedalizzazioni al Cardarelli per Covid da ieri ad oggi. Un numero che torna a scendere dopo i 9 di ieri. I degenti ospedalizzati nelle ultime ore provengono da Montemitro, Ripalimosani e dalla casa di riposo di Ferrazzano.

Attualmente al Cardarelli ci sono 54 pazienti in Malattie Infettive e 8 in Terapia Intensiva.

bollettino 29 gennaio

39 GUARITI DALL’INFEZIONE

Dichiarati guariti 39 pazienti (ieri erano 41). In particolare sono guarite dall’infezione 4 persone rispettivamente di Bagnoli del Trigno, Frosolone e Ripalimosani. 3 le guarigioni a Sant’Elia a Pianisi  (la zona rossa del Molise, dove oggi non si registrano nuovi casi) e Venafro. A Campomarino (comune nell’occhio del ciclone) oggi si rilevano 2 guarigioni, così come a Campobasso. A Termoli invece ce n’è 1 sola.

IN MOLISE L’RT PIÙ ALTO D’ITALIA. L’UNICO SOPRA L’1

Per la seconda settimana consecutiva l’Rt più alto d’Italia è in Molise. Rischio peggioramento

I DATI NAZIONALI

Secondo il bollettino del Ministero della Salute oggi sono stati rilevati 13.574 nuovi contagi sulla base di 268.750 test (molecolari e antigenici) effettuati nelle ultime 24 ore in Italia. Le vittime sono 477, mentre ieri erano 492. Il tasso di positività è al 5%, mentre ieri, quando c’erano stati 14.372 contagi su 275.179 test, era del 5.2%.

Scendono di 18 unità nelle ultime 24 ore i pazienti in terapia intensiva (ieri -64), e calano di 381 unità i pazienti ricoverati nei reparti ordinari (ieri -383).

È attivo il canale Telegram di Primonumero.it. Unisciti al nostro Canale per essere sempre aggiornato sulle news.