Quantcast

10 gennaio – Domenica di ‘tregua’: 25 contagi e un solo decesso, tasso di positività al 10%. Effettuati 2/3 dei vaccini disponibili

C'è una nuova vittima da covid in Molise: un'anziana della casa di riposo di Sessano del Molise . Inoltre resta alta la pressione sull'ospedale Cardarelli: ci sono tre nuovi degenti nel reparto di Malattie Infettive. Intanto il Governo ha avviato il confronto sul decreto che entrerà in vigore dal prossimo 16 gennaio e che prorogherà lo stato di emergenza, oltre a definire i nuovi parametri per far scattare le regioni 'rosse'.

MUORE UN’ANZIANA NELLA CASA DI RIPOSO DI SESSANO

La giornata odierna fa registrare una vittima. Si tratta di una donna di 94 anni di Scapoli che era ospite della Casa di riposo di Sessano del Molise. Con questo decesso, il totale molisano arriva a 218 vittime dall’inizio della pandemia e 16 nell’ultima settimana.

3 RICOVERI E 1 DIMISSIONE, LA PRESSIONE SUL CARDARELLI RESTA ALTA
Ancora in crescita i ricoveri per Covid-19 nella nostra regione. Infatti nella giornata di oggi sono state tre le persone entrate in Malattie Infettive. Arrivano da Riccia, Ripalimosani e Isernia. Una sola dimissione invece nelle ultime ore, ed è riferita a una persona di San Martino. Secondo il bollettino Asrem sono 65 le persone ospedalizzate per Covid-19 al Cardarelli, 58 in Malattie Infettive e 7 in Terapia Intensiva.

TASSO DI POSITIVITA’ AL 10%: 25 NUOVI CONTAGI SU 248 TAMPONI

Sono 25 i casi di positività al Sars-Cov-2 accertati nelle ultime 24 ore sui 248 tamponi processati: a riferirlo l’azienda sanitaria regionale nel bollettino di oggi, 10 gennaio. La maggior parte dei nuovi contagi si registra a Termoli (9 positivi), seguita da Trivento (4). Due diagnosi di positività sono state accertate a Campomarino e Gambatesa. Un solo caso di positività è stato rilevato ad Acquaviva Collecroce, Busso, Campobasso, Isernia, Macchiagodena, Mafalda, Pietrabbondante, Riccia.

60 PERSONE IN 32 COMUNI DEL MOLISE SCONFIGGONO IL VIRUS 

Guarigioni si registrano in ben 32 comuni della nostra regione per un totale di 60 persone che hanno superato il virus. Sette termolesi hanno battuto il coronavirus, sei sono isernini, cinque invece sono di Campobasso. Tre persone non hanno più l’infezione a Molise, due a Campomarino, Fornelli, Guglionesi, Mafalda, Monteroduni, Petacciato, Salcito, Sant’Elia a Piniasi, Sessano, Torella e Trivento.

Un guarito è stato accertato ad Agnone, Bagnoli, Carpinone, Castelpetroso, Castropignano, Duronia, Ferrazzano, Gildone, Montenero di Bisaccia, Pietrabbondante, Riccia, San Felice, San Giovanni in Galdo, Sant’Elena Sannita, San Martino in Pensilis, Spinete, Toro.

 

EFFETTUATI OGGI 269 VACCINI, SIAMO A 2/3 DELLE DOSI DISPONIBILI

Raggiunge quota 3232 il numero delle dosi di vaccino effettuate in Molise dall’inizio delle somministrazioni. Nella giornata di oggi 10 gennaio sono state 269 le dosi effettuate e così ripartite: 60 dosi sono alla casa di riposo Hotel Sporting Villa delle Rose di Sesto Campano, 54 la casa di riposo Villa Immacolata di Campobasso, 48 alla casa di cura Villa Maria di Campobasso, 48 alla casa di cura Villa Esther di Bojano, 41 all’istituto Sacro Cuore di Santa Croce di Magliano e infine 18 alla comunità alloggio arcobaleno di San Giuliano di Puglia. Con le dosi eseguite oggi la percentuale aggiunta sulle 4925 dosi disponibili è del 65,62%.

 

NUOVO DPCM DAL 16 GENNAIO: LE IPOTESI PER INDICARE LE REGIONI ‘ROSSE’

Nel pomeriggio la riunione del premier Conte con i capidelegazione della maggioranza di Governo, domani (11 gennaio) invece il ministro Francesco Boccia riunirà in videoconferenza i presidenti delle Regioni e i rappresentanti di Comuni e Province. Al centro del summit il nuovo dpcm che entrerà in vigore dal prossimo sabato 16 gennaio e con il quale, stando alle prime indiscrezioni, dovrebbe essere confermato il divieto di spostamento tra le Regioni e il coprifuoco alle 22. Inoltre sarà prorogato lo stato di emergenza fino al 30 giugno.

La nuova stretta del Governo prevede anche un’altra novità. Dopo aver rivisto la soglia dell’indice Rt, abbassandola ad 1 per entrare in zona arancione (era a 1,25) e a 1,25 anziché ad 1,50 per passare alla zona rossa, nel decreto ci saranno anche i nuovi parametri per definire una regione ‘rossa’ secondo la proposta dell’Istituto superiore di sanità e condivisa dal Comitato tecnico scientifico: se l’incidenza settimanale dei casi supera i 250 casi ogni centomila abitanti, la Regione sarà automaticamente in zona rossa. Attualmente il Molise non rischierebbe considerando i dati relativi alla settimana dal 28 dicembre al 3 gennaio, ma la situazione potrebbe mutare nel prossimo monitoraggio: gli esperti già prevedono dati poco rassicuranti dopo le festività natalizie.

 

I DATI NAZIONALI 

Il nuovo bollettino diramato dal Ministero della Salute riporta 18.627 nuovi casi di coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore con 139.758 i tamponi effettuati. Il tasso di positività sale dunque al 13,3%, +1,7% rispetto a ieri (9 gennaio), quando il rapporto si è attestato all’11,6% (19.978 nuovi contagi a fronte di 172.119 tamponi).

Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 361 decessi che porta a 78.755 il tragico conto delle vittime del covid in Italia.

Sono in aumento infine i ricoveri in terapia intensiva per Covid: sono 2.615 (+22 rispetto a ieri) con 181 nuovi ingressi giornalieri. I ricoverati con sintomi, invece, raggiungono quota 23.427 (+167 rispetto a ieri).

 

È attivo il canale Telegram di Primonumero.it. Unisciti al nostro Canale per essere sempre aggiornato sulle news.