Quantcast

Vendere ex Nautico e Schweitzer per fare appartamenti? M5S e Sinistra dicono No: “Vanno valorizzati” sondaggio

Marcella Stumpo e i consiglieri pentastellati chiedono al sindaco Roberti di revocare la delibera di Giunta con la quale è stata avviata la ricerca di imprenditori interessati ai due plessi di via Trieste per trasformarli

Meglio vendere al miglior offerente l’ex Nautico e la Schweitzer, così da avere le risorse per rimettere in sesto le altre scuole di Termoli? Oppure lasciare la Schweitzer così com’è e utilizzare tutto ciò che di buono ha ancora da dare l’ex Nautico di viale Trieste?

Due posizioni contrapposte. Una è quella dell’Amministrazione Roberti che di recente ha partorito l’idea di vendere ai privati i due edifici per una possibile demolizione delle due scuole e ricostruzione con cambio di destinazione d’uso, quindi per fare appartamenti, uffici e negozi, in cambio di lavori sulle altre scuole termolesi bisognose di interventi. Dall’altra Termoli bene Comune e il Movimento Cinque Stelle che in una mozione urgente chiedono al sindaco Roberti e alla sua maggioranza di tornare sui propri passi e cancellare la delibera di Giunta, tenendo in piedi i due plessi.

La vicenda era stata portata all’attenzione pubblica qualche settimana fa da un articolo di Primonumero.it che aveva fatto molto parlare in città, sia in ambienti scolastici che politici.

Termoli cerca fondi per ammodernare le scuole e mette sul piatto ex Nautico e Schweitzer. I privati potranno trasformarli

“Il sindaco Roberti – scrivono Marcella Stumpo e il gruppo consiliare pentastellato – continua a seguire le orme dell’ex sindaco Sbrocca, anzi “perfeziona” le iniziative del suo predecessore. Ci riferiamo all’ex Nautico ed alla Schweitzer in viale Trieste, che da anni Giunte comunali di (apparente) diverso colore politico cercano di vendere, senza successo. L’avvocato Sbrocca nel Piano delle alienazioni e valorizzazioni (PAV) 2019-2021, ha giocato la carta del megasconto, dimezzando il prezzo di vendita base da 11 milioni e 634.000 euro a 5 milioni e 886.250 euro. Non sono pervenute offerte. Lo stesso prezzo è stato mantenuto dall’ingegner Roberti nel PAV 2020-2022 e anche questa volta nessuno si è fatto avanti”.

Ma a preoccupare maggiormente le opposizioni c’è la delibera di Giunta cui Roberti e la sua squadra puntano e vendere i due edifici con cambio di destinazione d’uso e di volumetria.

“Così l’amministrazione in carica, in vista del PAV 2021-2023, con la delibera di Giunta numero 275 del 13 novembre 2020, ha deciso di introdurre un ulteriore incentivo: le aree e gli edifici delle due scuole saranno ceduti a scomputo, parziale o totale, dell’appalto per i «lavori di miglioramento sismico e ristrutturazione energetica del patrimonio edilizio scolastico comunale»; inoltre le due aree (9.164 mq, di cui 2.710 mq di pineta), che il piano regolatore assegna all’edilizia scolastica ed al verde pubblico attrezzato, potranno cambiare destinazione d’uso e, con la demolizione degli edifici esistenti, potranno incrementare fino al 90% la cubatura fuori terra dei nuovi edifici”.

scuola schweitzer Termoli

Per M5S e Sinistra si tratta di “un doppio affare per il costruttore: un appalto milionario per gli interventi sulle scuole ed una lottizzazione a condizioni molto allettanti, sia per il pagamento “in natura” dei beni alienati, sia per le deroghe al piano regolatore per i nuovi edifici da realizzare.

Ma è proprio vero che i due beni immobili in vendita sono inutili e inutilizzabili a fini pubblici? La risposta a queste domande è decisiva, in quanto per legge i beni immobili degli enti locali possono essere inseriti nel PAV se «non strumentali all’esercizio delle proprie funzioni istituzionali»; detto in parole semplici: se non sono utili né utilizzabili per fornire i servizi pubblici demandati all’ente locale”.

Per le opposizioni le cose però non stanno così. “La Schweitzer e l’ex Nautico sono stati inseriti illegittimamente tra i beni alienabili, in quanto la prima è perfettamente funzionante, mentre il secondo è utilizzato in parte e può esserlo per intero”.

La scuola media infatti non ha particolari problemi e le lezioni sono sempre state regolari, tanto da ospitare anche l’Unitre e uno Juventus Club.

“Quanto all’ex Nautico – proseguono i consiglieri di minoranza -, è in parte utilizzato dalla onlus SAE 112 (ambulanze), mentre per la restante parte potrebbe ospitare la biblioteca comunale e gli uffici comunali cultura, sociale e patrimonio, risparmiando 96.000 euro all’anno di affitti”. Tuttavia va precisato che l’edificio risulta inagibile da quasi dieci anni.

“Senza dimenticare la pineta antistante i due edifici, che con la vendita a privati rischia di sparire in tutto o in parte e che comunque non sarebbe più pubblica” aggiungono i consiglieri comunali di Termoli Bene Comune e del Movimento 5 Stelle che hanno presentato una mozione urgente”.

Consiglio comunale Termoli 9 dicembre 19

I due gruppi chiedono quindi al Sindaco e alla Giunta comunale di “revocare per pubblico interesse la delibera di Giunta numero 275 del 13 novembre 2020; non inserire i beni immobili di cui trattasi nel piano delle alienazioni e valorizzazioni 2021-2023; utilizzare nella loro interezza gli spazi dell’ex Nautico non in uso alla onlus SAE 112.

Assicuriamo i cittadini di Termoli che ci opporremo alla vendita della Schweitzer e dell’ex Nautico con tutti i mezzi istituzionali e, se sarà necessario, chiederemo l’appoggio popolare, per manifestare il dissenso ad un’operazione che impoverisce il patrimonio comunale e priva la città di servizi utili”.

Sondaggio

Ex Nautico e Schweitzer: meglio venderli o tenerli?

Loading ... Loading ...