Quantcast

Spostamenti vietati dal 21 dicembre fino all’Epifania. A Natale, Santo Stefano e Capodanno tutti a casa

Il Governo Conte ha firmato in tarda serata il Dpcm Festività che disciplina, con due soli articoli, la questione degli spostamenti interregionali (e non solo) nel periodo che va dal 21 dicembre al 6 gennaio. In quel periodo non ci si potrà spostare neanche fra i territori in fascia gialla (come il Molise) e nei giorni di Natale, Santo Stefano e Capodanno stop agli spostamenti tra comuni. Il tutto fatto salve esigenze lavorative o situazioni di necessità o per motivi di salute.

Gita fuori porta a Natale, magari nella seconda casa di proprietà? Neanche per sogno. Il governo ha firmato ieri sera, 2 dicembre, il decreto che vieta gli spostamenti nel periodo delle festività natalizie. Un divieto che varrà dal 21 dicembre al 6 gennaio. Il Ministro della Salute Speranza è fermo sul punto: “Senza misure rigorose durante le feste, ci ritroveremo a febbraio con una terza ondata peggiore della seconda”.

Ciò significa che in quel periodo sarà vietato, nell’ambito del territorio nazionale, ogni spostamento in entrata e in uscita tra i territori di diverse regioni o province autonome. Dal 21 dicembre al 6 gennaio pertanto non ci si potrà più spostare neppure tra regioni gialle, per esempio dal Molise al Lazio o viceversa.

Stretta ulteriore per le giornate del 25 del 26 dicembre e del 1 gennaio, quando sarà vietato altresì ogni spostamento tra comuni, “salvi gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute”.

Per tanti molisani ciò comporterà il trascorrere il Natale al Nord (dove molti di loro vivono per studio o lavoro)? No, perchè è stato anche stabilito che è comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione. Ciò che non è consentito sono gli spostamenti verso le seconde case ubicate in altra regione o provincia autonoma – e nelle giornate del 25 26 e del 1 gennaio anche in quelle ubicate in altro comune.

C’è però una differenza sostanziale per le regioni in cosiddetta fascia gialla, e dunque anche per il Molise. Chi vive in queste regioni, contrassegnate da rischio moderato relativamente all’epidemia, potrà muoversi liberamente dal 4 al 20 dicembre superando i confini regionali andando in altre regioni, purchè siano in fascia gialla, e dunque sarà libero di viaggiare in occasione del ponte dell’Immacolata.

Per oggi invece è attesa la firma sul Decreto di Natale su cene e invitati, coprifuoco, ristoranti, negozi e piste da sci, rientri dall’estero e altro.