Quantcast

Professore amato e avvocato di successo, il Molise piange la scomparsa di Umberto Colalillo

Aveva 74 anni il legale amministrativista nato a Bojano e che da tempo esercitava la professione nel Tribunale di Isernia. La sua morte, dovuta ad un problema di salute, ha sconvolto quanti lo conoscevano, colleghi ed ex studenti universitari.

Il suo cuore ha smesso di battere oggi, 18 dicembre, a causa di un problema di salute. Umberto Colalillo si è spento a 74 anni nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Veneziale di Isernia lasciando sgomenti tutti coloro che lo conoscevano: non solo i colleghi di lavoro che ne apprezzavano le doti professionali e umane, ma anche i suoi ex studenti universitari. Colalillo ha insegnato alla Federico II di Napoli e all’Università degli Studi del Molise. Per molti ragazzi è stato una sorta di secondo padre, sempre pronto a dare dritte e suggerimenti.

Il legale nato a Bojano ma da tempo trasferitosi a Isernia, dove è stato anche consigliere comunale, è stato uno dei più noti amministrativisti del Molise.

La notizia ha impiegato poco tempo per diffondersi in regione e le bacheche Facebook si sono riempite in poco tempo di messaggi di cordoglio.

Il presidente della Regione Donato Toma lo ricorda così: “Con la scomparsa dell’avvocato Vincenzo Umberto Colalillo, il Molise perde uno dei suoi figli illustri. Pioniere del Diritto amministrativo, formatosi alla grande Scuola napoletana di Abbamonte e Tesauro, all’indomani dell’istituzione del Tar Molise decise di far ritorno nella sua terra, anche se mantenne forte il legame con Napoli e l’Università Federico II, dove è stato docente di Diritto costituzionale. Nel suo studio si sono formate generazioni di legali. Autore di numerose pubblicazioni giuridiche, fu lui a dare un impulso decisivo al Diritto elettorale e i suoi ricorsi hanno fatto testo in tutt’Italia. Colto, estroverso, gioviale, attaccato al Molise e alla sua gente, viveva la politica con passione e se non avesse fatto l’avvocato sarebbe stato sicuramente un eccellente amministratore. E, come tutti i grandi, modesto e galantuomo. Ai suoi familiari giungano la vicinanza mia personale e quella della Regione Molise che ho l’onore di rappresentare”.

“E’ stato un punto di riferimento per tanti avvocati, formatisi nel suo studio, un gigante della giustizia amministrativa a livello regionale e nazionale, uomo di grande cultura e dall’innato senso di mediazione anche in campo politico”, lo ricorda l’assessore regionale Vincenzo Cotugno.

Questo il cordoglio della Provincia di Campobasso: “È una giornata di lutto in Molise per la scomparsa dell’avvocato Vincenzo Umberto Colalillo, una mente che ben ha illustrato il nostro territorio al di fuori dei confini regionali. L’avvocato molisano, docente di Diritto Costituzionale all’Università Federico II di Napoli e di Diritto regionale e Diritto Pubblico all’Università degli Studi del Molise, ha formato una intera generazione di avvocati amministrativisti.

Da sempre vicino al mondo politico, già Consigliere comunale di Isernia, avere un confronto con lui, che ben conosceva i meccanismi del mondo politico e della sfera amministrativa, rappresentava sempre un momento di crescita. Il Presidente della Provincia di Campobasso, Francesco Roberti, il Consiglio provinciale e tutto l’ente di Palazzo Magno si unisce al cordoglio della famiglia”.

Anche dal Municipio di Isernia il messaggio di cordoglio del sindaco Giacomo d’Apollonio, degli assessori e dei consiglieri comunali: “Professionista molto stimato e conosciuto, l’avvocato Colalillo è stato amministrativista dal 1970 e cassazionista dal 1990; inoltre, per ben 40 anni, è stato docente di ruolo della cattedra di Diritto Costituzionale dell’università Federico II di Napoli. Ha altresì ricoperto vari incarichi regionali di rilievo, fra cui quelli di consulente legislativo della Regione Molise, membro della Commissione Statuto della stessa Regione e componente della Commissione di Controllo sugli Atti Regionali del Molise. Colalillo è stato anche consigliere comunale di Isernia”.