Quantcast

Natale ‘blindato’ in Molise: agenti per controllare stazioni e terminal. Vigilati anche i centri commerciali

Forze dell'ordine in azione per verificare il rispetto della normativa nelle stazioni ferroviarie e nei terminal degli autobus, ma anche su strade e nei luoghi dello shopping come i centri commerciali. Il prefetto: "Sarà riproposto il modulo operativo già sperimentato con successo nel primo lockdown".

Sarà un Natale blindato in tutta Italia con 70mila operatori delle forze dell’ordine che controlleranno gli spostamenti delle persone, come ha annunciato la ministra dell’Interno Luciana Lamorgese parlando delle azioni che saranno effettuate da carabinieri e polizia durante le imminenti festività per limitare i rischi di un contagio.

La pianificazione di ulteriori misure finalizzate al contenimento della pandemia e in vista del nuovo dpcm del Presidente del Consiglio dei Ministri, il prefetto di Campobasso Maria Guia Federico ha tenuto un’apposita riunione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica.

Al centro del vertice, riferiscono dal Palazzo del Governo, “la predisposizione di una articolata pianificazione idonea a garantire il rigoroso rispetto delle regole di contrasto alla diffusione del virus”. Saranno controllati tutti i luoghi di maggiore afflusso dei viaggiatori che rientrano nella nostra regione e quindi stazioni ferroviarie e i terminal bus, ma anche strade e i luoghi dello shopping. 

I dettagli del piano, previsti in un tavolo tecnico tenutosi in Questura con la partecipazione dei rappresentanti della Polizia locale, prevedono “oltre che l’adozione di mirati dispositivi di controllo da attuare lungo le principali arterie di collegamento, in prossimità degli scali ferroviari e dei terminal degli autobus. Inoltre saranno vigilati attentamente anche i luoghi di attrazione e intrattenimento per evitare una possibile concentrazione di persone”. Sotto la lente quindi “anche i centri commerciali e i negozi della grande distribuzione” dove si rischia maggiormente che non venga rispettata il distanziamento interpersonale.

“I controlli che si faranno ovviamente stringenti e capillari nei giorni di maggiore potenziale movimento in prossimità delle festività natalizie e di fine anno – aggiungono dalla Prefettura – tenderanno a riproporre il modulo operativo già sperimentato con successo nel primo lockdown, con verifiche mirate anche lungo le vie di accesso e al capoluogo alla regione”. Quindi gli agenti saranno in azione con le stesse modalità dello scorso marzo e aprile, nella prima fase della pandemia.

Infine i controlli, che saranno più stringenti a Natale e a Capodanno, riguarderanno anche l’osservanza del uso dei dispositivi di protezione individuale. Chi non indossa la mascherina, quindi, sarà sanzionato.