Quantcast

Montorio nei Frentani: il dipendente regionale Costanzo Iamonico va in pensione

Più informazioni su

Da oggi 16 dicembre 2020 Costanzo Iamonico dopo più di quarant’anni di servizio con la Regione Molise va in pensione. Alla domanda: “In tutti questi anni, tanto lavoro e tanti ricordi, come ti senti e cosa farai?” “Una bella e concreta domanda, si, molto lavoro con la Regione Molise, ho svolto per più di dieci anni le verifiche tecniche post-sisma del 2002 con l’ing. Umberto Capriglione che ringrazio e ho svolto come lavoro principale per trent’anni la catalogazione del patrimonio librario di alcune biblioteche scolastiche di Larino e dell’importante “Biblioteca comunale Bartolomeo Preziosi” di Larino facente parte del sistema bibliotecario nazionale SBN insieme ad altre 6590 biblioteche del territorio nazionale, con i suoi 26000 volumi e scrigno di importanti pubblicazioni richieste da studenti universitari, ricercatori e da altre biblioteche italiane con il prestito interbibliotecario.

Ringrazio vivamente chi ha lavorato per tutti questi anni con me avendomi supportato le colleghe amiche la responsabile del gruppo di Larino la dott.ssa Carmela Di Lorenzo e la signora Maria Paolitto. Ringrazio naturalmente tutte le amministrazioni del Comune di Larino che si sono succedute in tutti questi anni e per tutti il sindaco in carica dott. Pino Puchetti e l’assessora alla cultura prof.ssa Maria Giovanna Civitella. Un grande ringraziamento va a tutte le amministrazioni regionali succedutesi dal 1980 ad oggi e per tutti il presidente in carica dott. Donato Toma, l’assessore alla cultura dott. Vincenzo Cotugno e a tutti i dirigenti e direttori succedutesi e per tutti il direttore in carica dott. Nicola Pavone.

Fatto tutti i ringraziamenti vengo alla risposta come mi sento, bene e forse avrò un po’ di nostalgia, però dopo tanto lavoro è giusto che mi facci da parte come hanno fatto tantissimi altri miei colleghi regionali e spero che la Regione Molise bandisca al più presto i concorsi, visto che negli uffici regionali il personale è ormai carente, per assumere tanti giovani in cerca di lavoro.

Per quando riguarda il dopo mi dedicherò alla famiglia e di poter coltivare i miei tanti hobby dalla fotografia, alle riprese video anche per youtube, all’intrattenimento musicale, all’impegno sociale e se mi sarà dato un po’ di spazio magari anche alla politica, chissà”. I tantissimi auguri giungono con tanto affetto dalla moglie Giuseppina, dalla figlia Loredana, dal genero Luigi, dalla sorella Michelina, dai suoceri, dai consuoceri, da tutti i cognati e cognate e tutti i nipoti per una nuova vita ricca di soddisfazioni e di altri traguardi. Gli auguri giungono anche da noi della redazione.

Più informazioni su