Quantcast

Luminarie natalizie, il Comune rende omaggio ai Misteri: diavolo e donzella in piazza Municipio

Le sagome dei due personaggi dell'ingegno di Sant'Antonio Abate, illuminate con le luci natalizie, sono state installate in piazza Vittorio Emanuele, proprio di fronte al Municipio

E’ una delle novità del primo Natale covid: oltre alle classiche luminarie che in questi giorni sono state montate nelle principali vie del centro cittadino, l’amministrazione comunale guidata da Roberto Gravina ha deciso di rendere omaggio anche alla più importante tradizione di Campobasso, i Misteri. Quest’anno la sfilata non è stata celebrata a causa dei divieti previsti dalle norme anti-contagio che impediscono gli assembramenti.

E dunque le sagome del diavolo e della donzella, illuminate con le luci natalizie, sono state installate in piazza Vittorio Emanuele, proprio di fronte al Municipio e a poca distanza dalla statua di San Giorgio, il patrono del capoluogo. Un omaggio ad uno degli ingegni più celebri realizzati dallo scultore Paolo Saverio di Zinno, Sant’Antonio Abate. Negli anni passati le amministrazioni avevano preferito puntare su un mega albero di Natale installato sempre davanti al Palazzo di Città, mentre l’anno scorso era stato scelto un grosso Babbo Natale.

Luminarie Campobasso

Questa mattina gli operai della ditta incaricata dal Comune e vincitrice dell’appalto da circa 60mila euro (45mila più Iva) erano al lavoro per completare l’installazione. E la loro opera ha attirato la curiosità di qualche passante e soprattutto dei più piccoli.

Luminarie Campobasso

Le luminarie saranno accese a breve e consentiranno di riscaldare un po’ l’atmosfera natalizia, resa più mesta dalla seconda ondata della pandemia che sta provocando malati e vittime anche a Campobasso, la città più colpita per numero di contagi della regione.