Il Campobasso ‘parla’ americano: entra l’imprenditore Matt Rizzetta, alla guida di una potente azienda Usa

La presentazione ufficiale avverrà in diretta con una conferenza stampa domenica 6 dicembre alle ore 17.00 sul canale YouTube ufficiale del Campobasso e sulla pagina Facebook. L’investitore di origini pugliesi pronto ad acquisire quote del club di Mario Gesuè: affiancherà il fondo svizzero con la sua North Sixth Group. Si tratta di un mega-gruppo che ha interessi in più settori: media, immobiliare, tecnologia, viaggi, sport e intrattenimento. Rizzetta ha rilasciato le sue prime dichiarazioni: “E’ un sogno che diventa realtà, i miei nonni emigrarono negli Stati Uniti da un centro vicino Campobasso”.

Un regalo di Natale anticipato? Potrebbe esserlo: il Campobasso passa – almeno parzialmente – in mani americane. Non è né un gioco di parole né una speranza: è già realtà. Infatti, l’imprenditore italo-americano Matt Rizzetta ha deciso di investire nel capoluogo del Molise ed entrerà nella società guidata da Mario Gesuè. Boom. Una bomba, direbbe qualcuno. Ma in che modo? Acquisendo una porzione di quote che al momento sono divise così: 80% fondo svizzero Halley Holding Sa, 20% Levigas.

Ma chi è Matt Rizzetta e perché investirà a Campobasso? Diciamo innanzitutto che vive nella contea di Westchester, nello Stato di New York, è molto giovane, è sposato e ha due figli. E’ un investitore sicuramente di successo negli Stati Uniti: è il presidente della North Sixth Group, una holding che ha interessi nei media, nell’immobiliare, nella tecnologia, e ancora nei viaggi, nello sport e anche nell’intrattenimento.

E c’è un dettaglio non da poco che ha fatto scattare la scintilla: Rizzetta ha origini del Meridione d’Italia, e l’ha voluto sottolineare nelle sue dichiarazioni ufficiali. “E’ un sogno che diventa realtà per me, perché i miei nonni emigrarono negli Stati Uniti da un paese vicino Campobasso (provincia di Foggia, ndr) e il calcio ha sempre rappresentato un elemento di connessione verso il paese di origine” ha detto. Aggiungendo: “La regione Molise ed il suo capoluogo Campobasso sono luoghi speciali, posizionati strategicamente tra Roma e Napoli: possono vantare tutte le attrattive molto apprezzate da chi viaggia verso l’Italia – una cucina divina, una popolazione ospitale, un ricco patrimonio storico e artistico, spiagge bellissime e montagne mozzafiato”. I nonni erano originari di Monteleone di Puglia, in provincia di Foggia.

Parole forti, che lette a prima vista scaldano il cuore e fanno sperare in un futuro radioso per il club campobassano che potrebbe seguire le orme di società calcistiche italiane ben più importanti. Pensiamo alla Roma, alla Fiorentina, allo stesso Parma.

Campobasso calcio Gesuè Battista

Dello stesso tenore le dichiarazioni di Mario Gesuè, altrettanto entusiasta: “L’ingresso di Matt Rizzetta ci riempie di orgoglio perché proietta Campobasso a livelli nuovi mai toccati prima, con Matt abbiamo condiviso da subito la stesse visione del business e la voglia di sviluppare il Brand nel mondo. Rafforza la base societaria e aumenta la forza economica del Club. Si apre una pagina nuova ed entusiasmante per Campobasso e per il Molise”. E gli fa eco Rizzetta: “Miriamo a riportare il Campobasso ai massimi livelli del calcio italiano”.

Nello specifico, la North Sixth Group è una importante azienda fondata da Rizzetta nel 2010 che si occupa di comunicazione dei brand e nell’ambiente è considerata tra le cinquanta agenzie più potenti degli Stati Uniti. Tra l’altro, Rizzetta finanzia un fondo che fornisce aiuti economici a studenti iscritti a programmi di ‘istruzione speciale’ e che hanno un reddito basso.

Bisogna aggiungere che è stato scelto anche un delegato di mercato Nord America: si tratta di Nicola Cirrincione, siciliano che da trent’anni vive negli Stati Uniti, sarà il braccio destro di Rizzetta e vola già molto alto: “L’obiettivo è portare la squadra in serie B nel giro di due anni”.

La data prevista di chiusura dell’operazione è il 31 dicembre di quest’anno. Grazie a questa storica transazione, Rizzetta diventa il primo non italiano ad entrare nella proprietà del Club. La presentazione ufficiale avverrà in diretta con una conferenza stampa domenica 6 dicembre alle ore 17.00 (ore 11.00 negli Stati Uniti) durante una puntata speciale di Casa Lupo sul canale YouTube ufficiale del Campobasso e sulla pagina Facebook.