Quantcast

Eroina e coca pronta da spacciare, denunciati due termolesi

Denunciati due termolesi, di 37 e 22 anni, per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio.

Nelle maglie dei controlli – intensificati – della Compagnia Carabinieri di Termoli sono finiti i due giovani, fermati lungo la SS 16 nei pressi di Campomarino. Con loro avevano involucri di cellophane contenenti droga pronta allo smercio.

L’Arma fa sapere che nell’arco di una giornata sono stati sottoposti a controllo 24 veicoli e 30 persone, ed effettuate 5 perquisizioni d’iniziativa – tra veicolari, personali e domiciliari – finalizzate principalmente alla ricerca di sostanze stupefacenti.

Quando i militari hanno fermato l’auto su cui viaggiavano il 37enne e il 22enne termolesi (peraltro già noti alle Forze dell’ordine) si sono subito insospettiti per via del nervosismo palesato dai due. Dai controlli è emerso che i due avevano con sé degli involucri contenenti rispettivamente 15,5 e 1 grammo di eroina. In più avevano anche una dose di cocaina da 0,3  grammi.

Nel corso della successiva perquisizione domiciliare, effettuata presso l’abitazione dove entrambi vivono, sono stati trovati altri involucri contenenti rispettivamente 0,9 e 0,7 grammi di eroina.

La droga pertanto è stata sequestrata, in attesa degli esami di laboratorio, e i due uomini sono stati denunciati in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Larino per concorso in detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I controlli del territorio effettuati dall’Arma, anche nell’ambito delle più ampie direttive del Comando Provinciale di Campobasso, sono stati comunque finalizzati al controllo di persone e veicoli in transito, specie quelli provenienti dalle limitrofe regioni Campania e Puglia.

Dall’Arma fanno sapere che “Proseguiranno senza soluzione di continuità le attività di controllo disposte dal Comando Compagnia di Termoli, anche nell’immediato futuro, al fine di arginare – sia in via preventiva che repressiva – i reati predatori e quelli in materia di sostanze stupefacenti; tutto al fine di fornire ai cittadini un’adeguata sicurezza reale sul territorio nonché una sempre maggiore percezione della stessa”.