Quantcast

Cinghiale carica e azzanna cacciatore: 48enne in ospedale con 40 punti di sutura

L'incidente durante una battuta di caccia nelle campagne di Montenero. L'uomo residente a Petacciato è stato medicato in pronto soccorso ma sta bene

Un 48enne di Petacciato è stato ripetutamente azzannato da un cinghiale che l’ha caricato improvvisamente al termine di una battuta di caccia. L’uomo, F.Z. esperto cacciatore, è finito in ospedale dove è stato medicato e ricucito con quasi 40 punti di sutura.

L’uomo era a caccia insieme alla sua solita squadra di cacciatori ieri mattina 9 dicembre in un terreno di Montenero di Bisaccia, quando si è imbattuto in un esemplare di circa un quintale. Gli ha prontamente sparato con il suo fucile, tuttavia l’ungulato è rimasto soltanto ferito e ha reagito caricando l’autore dello sparo. A quel punto il 48enne ha cercato di abbatterlo ma non è riuscito a colpirlo e l’animale si è avventato su di lui azzannandolo a un polpaccio e ai glutei.

Gli altri cacciatori sono arrivati in aiuto del 48enne ma chiaramente non hanno potuto sparare sull’ungulato che si trovava addosso all’uomo. Hanno quindi sparato a terra riuscendo a far scappare il cinghiale prima di ucciderlo con un’altra fucilata.

Il 48enne è stato quindi immediatamente assistito e accompagnato al Pronto Soccorso dell’ospedale San Timoteo di Termoli dove l’uomo ha avuto bisogno di poco meno di 40 punti di sutura ma per fortuna le sue condizioni non sono gravi ed è stato dimesso. Considerando quanto avvenuto, la vicenda poteva avere un esito ben più drammatico.

 

È attivo il canale Telegram di Primonumero.it. Unisciti al nostro Canale per essere sempre aggiornato sulle news.