Quantcast

Cardarelli centro covid, il commissario certifica criticità. Il sindaco sollecita ministro Speranza: “Soluzioni subito”

Le criticità per i reparti in affanno e il personale sanitario allo stremo messe nero su bianco da Angelo Giustini nella missiva inviata al primo cittadino di Campobasso Roberto Gravina che ora chiede interventi urgenti al ministro Speranza

Il reparto di Malattie Infettive è in forte sofferenza. Allo stremo il personale sanitario dell’ospedale Cardarelli di Campobasso, unico centro covid della nostra regione, che non riusciva a garantire l’assistenza sanitaria per i numerosi degenti con la covid. Il nosocomio è in maxiemergenza almeno da poco più di un mese.

Cardarelli

Attualmente nel presidio del capoluogo, stando al bollettino diramato ieri (20 dicembre) dall’asrem, sono ricoverati 68 pazienti covid. Di questi 9 sono in Terapia Intensiva.

Il disastro, denunciato dai familiari di coloro che si sono spenti in ospedale e al centro dell’esposto del comitato vittime del covid, è stato certificato questa volta dal rappresentante del Governo in Molise, nominato due anni fa per ripianare il debiti della sanità molisana: il commissario Angelo Giustini.

Operatori contagiati, posti esauriti, medici in apnea. Ospedali sotto scacco di Covid e ritardi, è il disastro

Giustini ha risposto alle sollecitazioni che il sindaco Roberto Gravina aveva inviato in primis al Ministero della Salute. Il primo cittadino di Campobasso aveva infatti inoltrato tre istanze di chiarimento rispetto alla situazione sanitaria dell’ospedale cittadino per quanto riguarda la gestione dell’epidemia e a cui aveva chiesto l’invio degli ispettori ministeriali.

Nelle scorse ore il commissario alla sanità, nero su bianco, ha ammesso l’esistenza di problematiche che “devono essere necessariamente risolte” ha detto Gravina.

Il commissario alla sanità, ha confermato tutti i problemi e le criticità esistenti sui percorso Covid e non-Covid all’interno del nosocomio cittadino ma ha anche ammesso che il reparto di Malattie infettive non registra soltanto una preoccupante carenza di personale ma che soffre anche della gestione del sistema inerente il controllo dei pazienti.

“Non ci sono medici, infermieri e operatori socio sanitari – spiega il sindaco – ma il commissario ha anche aggiunto che dopo i controlli eseguiti dai carabinieri del Nas, la situazione è al momento monitorata”.

consiglio-comunale-campobasso-sanita-160196

Nella risposta epistolare inviata al primo cittadino si evidenzia anche la problematica che riguarda la gestione dei tamponi “perché c’è un sovraccarico per il laboratorio dell’ospedale Cardarelli tant’è che c’è stata la necessità di ricorrere a laboratori privati” e quindi definisce la situazione “particolarmente complessa”. Per questo il primo cittadino di Campobasso ha chiesto “anche una relazione da parte del ministro per la Salute, certo è che i problemi debbano essere risolti”.

Nel video con il quale Gravina spiega alla popolazione le criticità del sistema sanitario in Molise parla però anche delle restrizioni ulteriori emesse per i giorni di festa e soprattutto ricorda “che il covid uccide anche giovani, come purtroppo abbiamo visto con la perdita di una giovane di 39 anni e un uomo di 49″. Quindi invita a prestare la massima attenzione “anche se purtroppo noto soprattutto nei bar che c’è ancora la pessima abitudine di avvicinarsi quando si consuma una bevanda. Dobbiamo stare attenti, ne vale la salute di tutti”.