Minacce e botte alla convivente, i vicini lanciano sos. 55enne arrestato dalla Polizia

Gli uomini della Squadra Volante sono intervenuti ieri sera in un condominio di via Pirandello a Campobasso allertati dai vicini di casa della coppia. Oggi l'uomo è finito in manette e condotto in carcere

La richiesta di aiuto è arrivata intorno alle 23.40 al centralino della Polizia. “Stanno urlando. Correte in via Pirandello”.

Sono stati i vicini di casa, spaventati da grida e baccano, a lanciare l’allarme dopo aver capito che quei rumori e quelle richieste di aiuto da parte di una donna, provenivano da uno degli appartamenti del condominio del quartiere Vazzieri di Campobasso. “Basta, mi fai male. Aiutatemi”.

Il compagno la stava picchiando, come è poi emerso dalla ricostruzione degli investigatori. Schiaffi, insulti. Lei, ad un certo punto, ha forse temuto anche per la sua vita.

Quando i poliziotti della Squadra Volante di Campobasso sono arrivati nell’abitazione di via Pirandello, hanno evitato che accadesse il peggio e salvato la 51enne dai maltrattamenti che pare subisse tra le mura di casa sua. Come spesso tristemente accade.

I poliziotti hanno fermato l’uomo, un 55enne già noto alle forze dell’ordine. Poi hanno chiesto l’intervento del personale sanitario arrivato sul posto con un’ambulanza inviata dal 118 per prestare le prime cure alla donna, visibilmente provata dalle botte.

Questo pomeriggio nei confronti del suo compagno-aguzzino sono scattate le manette e al tempo stesso è stato applicato il ‘codice rosso’: il 55enne, che aveva già l’obbligo di dimora, è stato arrestato dalla Volante e dalla Squadra Mobile e condotto in carcere.