Quantcast

A processo il comandante dei vigili urbani, il sindaco: “L’ho saputo dai giornali”

L'amministrazione comunale ha avviato le verifiche dopo il rinvio a giudizio del neo comandante dei vigili urbani Luigi Greco che andrà a processo il prossimo 19 febbraio: deve rispondere di abuso d'ufficio e stalking.

Sei anni. E’ il tempo che Campobasso ha atteso prima di conoscere il nuovo comandante del Polizia Municipale. Luigi Greco, il colonello pugliese 52enne vincitore del concorso indetto dal Comune, è arrivato nel capoluogo il 30 novembre e si è subito recato a palazzo San Giorgio dove ha scattato la foto che vi mostriamo con il sindaco Roberto Gravina. Tre giorni prima il neo comandante – che ha preso servizio nel suo ufficio di via Toscana il 1 dicembre – era stato rinviato a giudizio dal giudice del Tribunale di Castrovillari per stalking e abuso d’ufficio. 

La notizia, riportata oggi dai giornali calabresi, non ci ha messo molto per raggiungere il capoluogo molisano. Ed è stata una ‘tegola’ per l’amministrazione e forse in primis per il sindaco Roberto Gravina che lo ha presentato ufficialmente in conferenza stampa il 1 dicembre.

Comune, parte il nuovo corso: si insedia il capo dei vigili, nel 2021 arriva il responsabile dei Lavori pubblici

La presa di posizione ufficiale del sindaco arriva intorno alle 19, a distanza di qualche ora dalla notizia del processo a carico del comandante Greco. E nel comunicato diramato alle redazioni giornalistiche Gravina si limita a dire che ha appreso la notizia dai giornali ma che che sono in corso delle verifiche.

“In riferimento a quanto emerso a mezzo stampa riguardo alla notizia del rinvio a giudizio del comandante della Polizia Locale, Luigi Greco, presso il tribunale di Castrovillari, il sindaco di Campobasso, Roberto Gravina, rende noto che l’Amministrazione sta compiendo i necessari approfondimenti, all’esito dei quali, la prossima settimana, rilascerà una opportuna e precisa comunicazione ufficiale in merito”: ecco la breve nota giunta alla nostra redazione.

La storia non finirà qui. Probabilmente sarà necessario appurare se ci sia stata un’omissione rispetto alla decisione del giudice per le indagini preliminari: il rinvio a giudizio è antecedente all’entrata in servizio di Greco nel Comando della Polizia Municipale di Campobasso.

Non è da escludere che la vicenda giudiziaria che coinvolge il colonnello potrebbe segnare un punto a sfavore nel rapporto con l’amministrazione comunale che lo ha assunto. E che fino a qualche ora fa non sapeva, almeno secondo quanto sostenuto dal sindaco Gravina, del suo rinvio a giudizio.

SP