5 dicembre – 2 decessi in ospedale. Si abbassa drasticamente tasso positività (5.47%): solo 36 contagi su 658 test

Solo 36 nuovi casi di infezione rilevati dai 658 tamponi processati. Il tasso di positività scende a 5,47%. Purtroppo la giornata odierna ha fatto registrare due vittime: due anziani novantenni ricoverati in Malattie Infettive. 3 i nuovi ricoveri ma 5 dimissioni. In riunione l'Unità di crisi: il presidente Toma pensa ad una ordinanza per imporre nuove restrizioni. Il Molise rischia di diventare "regione arancione"

Tasso di positività sceso al 5.47% in Molise, con soli 36 contagi su 658 tamponi (ieri 152 positivi su 1099 test, con un tasso di positività del 13.8%).

FRENA LA CURVA DEI CONTAGI: 36 CASI IN 19 COMUNI

Cala drasticamente il numero delle nuove diagnosi di positività al Sars-Cov-2 accertate nelle ultime 24 ore nella nostra regione sulla base dei 658 tamponi processati dal laboratorio analisi dell’ospedale di Campobasso. Sono 36 i nuovi contagi rilevati in Molise, i più numerosi a Bojano e Termoli dove sono stati riscontrati rispettivamente 5 positivi. 3 invece a Venafro.
2 casi rispettivamente a Campobasso, Campodipietra, Campomarino, Isernia, Pozzilli, San Polo, Trivento. Un solo positivo invece ad Agnone, Ferrazzano, Monacilioni, Montagano, Montaquila, Palata, Roccamandolfi, San Giuliano del Sannio, Santa Croce di Magliano.
Dall’inizio dell’epidemia in Molise sono stati riscontrati 5286 contagi, mentre sono 2774 le persone attualmente positive.

I POSITIVI COMUNE PER COMUNE – GUARDA IL PDF

Positivi 5 dicembre per comune

DUE NOVANTENNI MORTI AL CARDARELLI

Oggi il loro cuore ha smesso di battere. Le vittime del Covid-19 delle ultime 24 ore sono un uomo 90enne di Termoli e un uomo 93enne di Campodipietra. Entrambi erano ricoverati in Malattie Infettive nell’ospedale di Campobasso. Con loro il numero totale delle vittime in Molise sale a 137.

3 NUOVI RICOVERI, DI CUI 1 IN RIANIMAZIONE, E 5 DIMISSIONI

Ci sono 3 nuovi ricoveri per Covid al Cardarelli. Sono stati ricoverati in Malattie Infettive un paziente di Campobasso e uno di Ferrazzano. Invece un altro paziente di Ferrazzano è stato portato in Terapia Intensiva. Sono stati invece dimessi 5 pazienti provenienti da Monteroduni, Campobasso, Termoli, Bojano e Isernia.

Stando al bollettino Asrem, sono 56 i ricoveri ordinari e 10 in Rianimazione, per un totale dunque di 66.

OGGI 5 GUARITI, TOTALE DALL’INIZIO DELL’EPIDEMIA A 2377

Hanno sconfitto ufficialmente il virus 5 persone: sono di Monteroduni, Campobasso, Bojano, Isernia e Ferrazzano. Su oltre 5.200 contagi accertati dall’inizio dell’epidemia, sono quasi 2.400 i guariti.

PRESIDENTE TOMA VALUTA ORDINANZA PER IMPORRE NUOVE RESTRIZIONI

Mentre domani (6 dicembre) entrerà in vigore la nuova ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza che cambia l’attuale mappa del rischio delle regioni italiane, in Molise il governatore Donato Toma starebbe pensando ad un nuovo provvedimento restrittivo. L’indiscrezione è trapelata dopo l’Unità di crisi di oggi.

Finora il Molise è “zona gialla“, ossia a rischio moderato, nonostante abbia l’indice di contagio Rt più alto d’Italia. Tuttavia, non è escluso che ‘scivoli’ tra le regioni “arancioni” – ossia a rischio intermedio – nei prossimi giorni, ossia quando ci si avvicinerà alle festività.

Il cambio di ‘colore’ per ora sarebbe un’ipotesi, ma comunque starebbe convincendo il presidente della Regione a firmare a breve una nuova ordinanza per introdurre misure più restrittive per trasporti e scuole.

I DATI NAZIONALI

Secondo il bollettino quotidiano del Ministero della Salute oggi in Italia sono emerse 21.052 nuove positività al coronavirus a fronte di 194.984 tamponi (tasso di positività al 10.8%). I morti sono meno di ieri, 662 contro 814, e il totale ha superato le 59mila unità. Ieri c’erano stati 24.099 nuovi casi con 212.741 tamponi (11,3% rapporto positivi-tamponi). Buone notizie per quanto riguarda le ospedalizzazioni: i ricoveri ordinari sono 1.042 in meno mentre quelli in Terapia Intensiva calano di 50 (ieri -30).