Stanno meglio i due ragazzi caduti dal balcone, uno è stato già dimesso dall’ospedale di Isernia

L'altro resta ricoverato al Cardarelli per una polmonite che però non è causata dal covid 19. Intanto continuano gli accertamenti dei carabinieri

Stanno per meglio, per fortuna, i due ragazzi di 14 e 16 anni, ospiti di un centro di accoglienza di Bojano che venerdì sera erano caduti dal balcone della comunità dove vivono assieme ad altri coetanei.

Uno dei due è stato anche dimesso dall’ospedale di Isernia. L’altro resta ricoverato all’ospedale Cardarelli per una polmonite che però non è stata causata dal covid 19.

Per fortuna, dunque, una storia a lieto fine. Le condizioni di uno dei due, che all’arrivo in ospedale erano sembrate particolarmente gravi, poi grazie ad indagini cliniche approfondite e alle cure tempestive sono invece andate migliorando rapidamente tanto che non è stato necessario trattenerlo per più giorni.

Ci sono stati momenti di grande paura a Bojano venerdì sera quando è scattato l’allarme. Il volto di circa 4 metri, i corpi a terra dei due giovanissimi, avevano lasciato presagire il peggio.

Sul posto sono subito arrivate due ambulanze del 118 e una pattuglia dei carabinieri della compagnia del centro matesino che su quell’incidente ha ovviamente avviato tutti gli accertamenti previsti. Le indagini sono in corso, e gli investigatori hanno le bocche cucite. La buona notizia, tuttavia, è che i due minori stanno bene e presto anche il secondo tornerà insieme ai suoi amici.