Quantcast

Schiacciato da un albero mentre taglia la legna nel bosco, muore operatore del 118 di 46 anni

Sotto choc la comunità, dove Donato Vassalotti, infermiere del 118 Molise, era conosciuto da tutti e benvoluto. L'incidente è accaduto nel pomeriggio in contrada Mazzocca. Lascia la moglie e due figli

Aveva soltanto 46 anni Donato Vassalotti, l’uomo che oggi pomeriggio è morto travolto da un albero mentre era impegnato nel taglio della legna nel bosco Mazzocca di Riccia, suo paese di  residenza.

Non era certamente la prima volta che Donato si prestava all’attività del taglio degli alberi per preparare la legna utile all’inverno. Anzi, conosceva benissimo il mestiere tant’è che in paese tutti dicono fosse molto esperto e pratico. Qualcosa, però, oggi pomeriggio non è andato come doveva.

Quindi era appunto impegnato nel taglio di un albero, assieme ad altre persone come spesso accade di questi tempi. Probabilmente non ha calcolato le giuste distanze quando il tronco lo ha travolto, uccidendolo. Forse fatale è stato il momento in cui l’albero caduto a terra è rimbalzato, ma sono soltanto ipotesi sulle quali sono in corso gli accertamenti dei carabinieri di Riccia chiamati ad intervenire sul posto. Assieme agli uomini della Stazione dell’Arma anche i soccorritori del 118 di cui, fra l’altro, Donato faceva parte in quanto infermiere. Ma purtroppo per lui, il suo cuore ha smesso di battere nonostante i tentativi di rianimarlo da parte di quelli che erano fino a pochi istanti prima i suoi colleghi.

Marito e padre di due figli, Donato lascia una comunità addolorata e sconvolta per una morte improvvisa e prematura. La camera ardente è stata allestita presso il cimitero del paese.