Quantcast

Ragazzino sprofondato nel fango del lago di Guardialfiera, la madre: “Grazie a chi ha salvato mio figlio”

Un grazie grande così a chi ha salvato suo figlio. La madre del ragazzino che ieri mattina è sprofondato nel fango sulla riva del lago di Guardialfera ha voluto ringraziare pubblicamente i soccorritori che gli hanno salvato la vita.

“Sono la mamma del ragazzino che stamattina (ieri per chi legge, ndr) è sprofondato nel fango sulle rive del lago di Guardialfiera. A seguito di quanto accaduto, mi sento in dovere di ringraziare pubblicamente i carabinieri e le due squadre di vigili del fuoco giunti tempestivamente in soccorso dopo la chiamata al 112, che con la loro professionalità e umanità hanno saputo trasformare quella che poteva essere una tragedia in una indimenticabile avventura. Un grazie particolare va ai due carabinieri della Compagnia di Larino, che, seppur privi di strumenti adeguati, con coraggio e determinazione sono riusciti a raggiungere mio figlio e ad effettuare il salvataggio”.

Ragazzino fango lago Guardialfiera

Quindi da parte della signora Rossana un ulteriore pensiero. “In un momento difficile come quello che stiamo vivendo, poter contare su un intervento tanto rapido non era scontato, né lo era la capacità di far tornare subito il sorriso in quello che fino a pochi istanti prima era solo un ragazzino spaventato. Grazie di cuore a tutti”.

‘Inghiottito’ dal fango durante una passeggiata sul lago: ragazzino salvato