Quantcast

Positivi nelle scuole, chiusure in blocco in diversi comuni – AGGIORNAMENTI

I sindaci di Capracotta, Carovilli, Colli, Fornelli e Montaquila sospendono le lezioni in presenza negli istituti di ogni ordine e grado fino al 7. Provvedimenti specifici a Isernia e alla ‘Colozza’ di Campobasso. Al Convitto ‘Mario Pagano’ una classe della primaria in quarantena, a Miranda chiuse infanzia e primaria. A Campodipietra due classi seconde passa alla didattica a distanza fino al 9.

Le chiusure e i provvedimenti restrittivi si susseguono. Parliamo delle scuole molisane, che come in tutta Italia riscontrano dei casi positivi al covid-19. Nelle ultime ore sono diversi gli istituti chiusi con ordinanze dai sindaci dei rispettivi Comuni. Soprattutto nella provincia di Isernia.

Infatti, sono chiuse fino al 7 novembre le scuole di ogni ordine e grado nei Comuni di Colli al Volturno, Montaquila e Fornelli. Le decisioni adottate dai sindaci sono soprattutto a scopo precauzionale, per via del diffondersi del virus nelle comunità. Per quanto riguarda l’Istituto Molise Altissimo, sono state decise delle chiusure in tre Comuni. A Carovilli sono chiuse le scuole di ogni ordine e grado fino al 14 novembre, cioè per oltre una settimana.

Stesso provvedimento ma fino al 7 novembre e solo per scuole dell’infanzia e primaria a Miranda. Chiuse quelle di ogni ordine e grado a Capracotta, fino a data da stabilirsi: positivi un docente e un alunno, mentre sono in quarantena diciotto studenti e sei insegnanti. Si sta svolgendo chiaramente la didattica a distanza.

A Isernia, per motivi precauzionali e per consentire le dovute indagini epidemiologiche da parte dell’Asrem, il sindaco di Isernia, Giacomo d’Apollonio, con ordinanza, ha disposto la sospensione dal 6 al 16 novembre e, comunque, sino all’esito dei tamponi, delle attività didattiche nella scuola secondaria di primo grado appartenente all’istituto comprensivo “Giovanni XXIII”, presso l’edificio “Tagliente” nel quartiere San Lazzaro.

“La stessa ordinanza lascia impregiudicata la facoltà del Dirigente scolastico di attivare la didattica a distanza. La disposizione del Sindaco si è resa necessaria dopo che il predetto Dirigente ha segnalato che un docente è risultato positivo al tampone per la ricerca del Sars.CoV.2, con conseguente pericolo di contagio per chiunque sia entrato in contatto con costui”.

Passando alla provincia di Campobasso, l’Istituto Comprensivo di Campodipietra ha riscontrato un caso positivo nella scuola primaria e ha deciso di sospendere le attività didattiche in due classi fino al 9 novembre. La ‘Colozza’ di Campobasso ha attivato la didattica a distanza per una classe della secondaria di primo grado per una positività tra gli alunni, in quarantena un docente e 37 studenti in totale.

Al Convitto ‘Mario Pagano’ c’è una positività nel personale Ata: si è provveduto a sanificare i locali e tutti i colleghi sono stati sottoposti a tampone che sono risultati per fortuna negativi, mentre una classe della primaria è stata posta in isolamento a causa di una positività. Una classe della secondaria di primo grado è in isolamento preventivo perché un alunno ha avuto un contatto con una persona esterna alla scuola positiva. Infine, al Liceo Artistico ‘Manzù’ un docente è risultato positivo ed è stata richiesta l’effettuazione dei tamponi per studenti e docenti delle classi interessate.