‘Positivi alla lettura’, la settimana di Libriamoci per gli alunni del Comprensivo Barone di Baranello

Più informazioni su

Anche quest’anno la voce dei libri è pronta a risuonare nelle classi dell’Istituto Comprensivo “Barone” di Baranello per coinvolgere con slancio e passione tutti coloro che amano la Scuola e la Lettura.  Per l’Istituto l’appuntamento è con Libriamoci e con #ioleggoperchè, la settimana dedicata alla più importante campagna di raccolta di libri destinata alle biblioteche scolastiche.

L’obiettivo del progetto, promosso dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, attraverso il Centro per il libro e la lettura e dal Ministero dell’Istruzione – Direzione generale per lo Studente, l’Inclusione e l’Orientamento scolastico è da sempre quello di diffondere e accrescere l’amore per i libri e l’abitudine alla lettura, proponendo occasioni originali e coinvolgenti di ascolto e partecipazione attiva.

Nello specifico,vle scuole primarie e dell’infanzia dell’ Istituto si sono lasciate contagiare dalle storiedei percorsi proposti dalla libreria Mondadori Bookstore di Campobasso (libreria con la quale l’Istituto è gemellato), in collaborazione con Luana Astore, Editrice di Telos.

Il 18 novembre, infatti, è iniziato il tour: gli alunni delle classi 1^, 2^, 3^ primaria e le pluriclassi hanno incontrato Annamaria Piccione, l’autrice del libro “Spirdi, spirdati e altri esseri fantastici della Sicilia”. Insieme all’autrice, gli alunni, hanno fatto un viaggio alla scoperta di lupi mannari, sirene, fantasmi, e altre creature della Sicilia e hanno ascoltato alcuni passaggi del libro letti direttamente dalla voce dell’autrice. I bambini e le bambine hanno avuto modo, così, di confrontarsi con le tradizioni della Sicilia e di coglierne l’attualità attraverso una narrazione snella e leggera.

Gli alunni delle classi 4^ e 5^ primaria hanno invece aderito al percorso “sulle tracce dell’archeologia” e partendo dalla lettura del libro “Il ragazzo dal mare negli occhi” (di Lilith Moscon, illustrato da Giulia Pastorino) dedicato alla figura di Heinrich Schliemann, hanno avuto la possibilità, il 19 novembre, di conoscere un vero archeologo: Giuseppe Di Carlo. Durante l’incontro online, l’archeologo ha illustrato loro la storia, le caratteristiche e le principali tecniche di un lavoro affascinante e prezioso per conoscere le civiltà antiche e le culture umane del passato.

Il 20 novembre si è concluso il tour con i bambini della Scuola dell’Infanzia impegnati virtualmente con le libraie Carmen e Ilaria a giocare con i personaggi che compongono l’universo di Leo Lionni. Ai bambini è stato proposto un video durante il quale hanno avuto modo di entrare nella libreria e visitare la mostra dedicata a Leo Lionni: un’esposizione di tavole tratte dalle opere più rappresentative dell’artista che ha guidato i bambini alla libera scoperta dell’autore. A seguire, le libraie hanno fatto delle videolettureanimate delle storie di Lionni.

Io leggo per te” è invece il percorso nato da un’iniziativa avanzata dalla classe 3B della scuola secondaria di primo grado di Baranello, durante la promozione dei progetti Libriamoci e #Ioleggoperché e dell’attività curricolare inerente lo studio del continente africano. Entrambe le offerte formative   hanno fatto percepire il valore della lettura come opportunità di crescita, di confronto, di solidarietà, di benessere. La classe realizzerà un ebook di racconti appartenenti alla letteratura classica per bambini corredato oltre che di immagini. disegni e scrittura, anche di audio in lingua italiana e inglese. I destinatari saranno i bambini di un orfanotrofio, suggerito dalla prof.ssa Scarano, che fanno parte di un piccolo villaggio a Mijomboni, nei pressi di Malindi, dove la dottoressa Rita Fossaceca, triventina, operava prima di essere barbaramente assassinata, per conto dell’associazione umanitaria internazionale per rendere migliori le condizioni di vita dei piccoli ospiti della struttura.

Inoltre, alcune classi della scuola secondaria di I grado hanno aderito all’iniziativa “La voce del buio” dedicata alla condivisione di audiolibri destinati a persone non vedenti, ipovedenti, con DSA e con difficoltà nella lettura.

Quest’anno Libriamoci, dal 16 al 21 novembre, ha anticipato le giornate clou di #ioleggoperché, dal 21 al 29 novembre, in un passaggio di testimone che vede nella fine di una campagna l’inizio dell’altra, rafforzando così le azioni comuni a favore della lettura.

“In tempi convulsi, come quelli che stiamo vivendo a causa del Covid – afferma la Dirigente Scolastica professoressa Agnese Di Blasio –  bisogna sostenere con forza il tema istituzionale che Libriamoci ha proposto:  Positivi Alla Lettura ; nell’anno in cui l’aggettivo “positivo” ha purtroppo assunto connotati contrari al suo significato, l’incoraggiamento è a mettere l’accento sui grandi benefici che derivano da una prolungata e più che raccomandata “esposizione” ai libri e agli incredibili mondi che contengono”.

Più informazioni su