Positivi al sierologico o all’antigenico, anche a Guglionesi scatta obbligo di comunicazione

Anche il Comune di Guglionesi chiede di comunicare l’eventuale positività al test sierologico o a quello antigenico. Sono ormai diversi i primi cittadini che impongono con ordinanza ai residenti del proprio territorio di comunicare la positività rilevata da questi test che, ricordiamo, non sono sovrapponibili ai tamponi molecolari.

Una richiesta che va nella direzione di una maggiore trasparenza ai fini di una maggiore e migliore tracciabilità. A queste persone viene anche chiesto di osservare l’isolamento volontario.

Il primo ad emanare una ordinanza in tal senso è stato il sindaco di San Martino in Pensilis. Dopo di lui si sono aggiunti i Comuni di Montecilfone, Venafro, Isernia

Così il sindaco Bellotti: “A tutti i soggetti residenti e domiciliati nel comune di Guglionesi, risultati positivi al Sars-Cov-2 all’esito di test rapidi sierologici e/o antigenici, siano essi pubblici o privati, e a tutti coloro che dopo il periodo di positività risultano negativi con idonea certificazione medica, è fatto obbligo di darne immediata comunicazione al proprio medico di base ovvero al pediatra di libera scelta e al sindaco, quale autorità Sanitaria Locale, al numero 339 7746964 o inviando una mail all’indirizzo avv.mario bellotti@virgilio.it”

Gli stessi dovranno – come detto – anche osservare l’isolamento fiduciario volontario fino a diversa verifica o disposizione da parte dell’autorità sanitaria regionale ovvero diversa valutazione del proprio medico curante o pediatra.