Parte l’operazione “Igea” dell’Arma: al drive-through effettueranno 120 tamponi al giorno

I carabinieri, in collaborazione con l’Asrem, operativi anche a Campobasso ad iniziare da oggi. Il colonnello Emanuele Gaeta: “Un impegno che ci inorgoglisce”. A coordinare l’intervento dei militari l’ufficiale medico Arianna Valeria Raffaldi

A partire da oggi al Drive through di contrada Selvapiana saranno operativi i carabinieri della provincia di Campobasso.

drive trough tamponi cb carabinieri

Cinque militari al giorno, coordinati dall’ufficiale medico, il maggiore Arianna Valeria Raffaldi (di concerto con l’Asrem) si preoccuperanno di tutte le operazioni che riguardano i tamponi da eseguire sulla popolazione a rischio.

E’ questo il contributo dell’operazione “Igea”, condotta da team interforze, composti in Italia dal personale di tutte le Forze Armate, che il Ministero della Difesa ha messo a disposizione dei cittadini sul territorio nazionale per incrementare la capacità giornaliera di effettuare tamponi.

drive trough tamponi cb carabinieri

A Campobasso il compito è stato affidato ai carabinieri. I team del drive-through-difesa (Dtd) di contrada Selvapiana sarà dunque composto da cinque militari. I tamponi verranno eseguiti dal corpo sanitario dell’Arma, due infermieri e un medico. Come ha spiegato l’ufficiale medico, il maggiore Arianna Valeria Raffaldi, in servizio alla Scuola Allievi “E.Frate” di Campobasso.

drive trough tamponi cb carabinieri

“Come Arma dei carabinieri – ha detto il comandante provinciale dell’Arma, il colonnello Emanuele Gaeta – siamo in campo dall’inizio di questa emergenza e quando il Ministero della Difesa ha disposto questo ulteriore intervento a supporto dell’emergenza, ovviamente la nostra Istituzione ha messo a disposizione tutte le sue capacità e i suoi mezzi. Anche in questa fase, gli uomini e le donne dei carabinieri continueranno quindi ad operare al servizio dei cittadini con impegno e determinazione”.

drive trough tamponi cb carabinieri

L’obiettivo è raggiungere il traguardo di 120 tamponi al giorno, che su un totale di circa 600 che vengono effettuati quotidianamente dall’Asrem, è certamente un numero ragguardevole. Significherebbe riuscire ad eseguire una mappatura estesa del territorio in merito all’eventuale contagio del virus .

drive trough tamponi cb carabinieri

“Questo ulteriore supporto, in collaborazione con il Ministero della Salute, permetterà di garantire un controllo ancora più capillare sul territorio – ha detto infatti il maggiore Raffaldi – Per noi è importante supportare l’aspetto tecnico-sanitario. Siamo sanitari e siamo felici di aiutare lo Stato e contribuire con il  Ministero della salute a svolgere queste mansioni sanitarie. Ma siamo carabinieri ed è quindi importante trasmettere certezze e sicurezza alla popolazione perché crediamo che il cittadino abbia bisogno anche di questo genere di messaggi”.