Quantcast

Oratino piange la ‘sua’ concittadina più anziana: si è spenta Dorina, aveva 104 anni

La signora era una delle ospiti della casa alloggio 'Il Giardino di Ninetta', ma non è deceduta per un'infezione da nuovo coronavirus come ha precisato lo stesso sindaco che oggi ha disposto la chiusura del cimitero. Ieri in paese era spirato un altro anziano le cui condizioni di salute si erano aggravate col virus.

Dorina Fatica aveva 104 anni e oggi – 2 novembre – è spirata nella casa di riposo ‘Il Giardino di Ninetta’ di Oratino. La signora aveva resistito al terribile virus che da una settimana ha contagiato una decina tra ospiti e operatori della struttura e non è deceduta per l’infezione provocata dal nuovo coronavirus, a differenza dell’85enne che ha perso ieri (1 novembre) la sua battaglia contro il Sars-Cov-2. L’uomo era uno degli ospiti della casa alloggio.

Crisi respiratoria, anziano di 85 anni col Covid muore nella casa di riposo di Oratino. Le vittime salgono ancora: sono 41

 

A precisarlo è stato lo stesso sindaco di Oratino Roberto de Socio: “Purtroppo nella giornata di ieri è venuto a mancare un nostro concittadino ospite nella casa alloggio per anziani. La salma è stata prontamente trasportata in cimitero come previsto dalle vigenti disposizioni legislative anticovid. Accompagnare nella notte solo con i familiari più stretti il feretro, è stata un’esperienza toccante e triste che rimarrà impressa nella mia mente per tutta la vita.

Nella mattinata odierna sono stato informato che un’altra ospite che però era risultata negativa al Covid, si è spenta. Si tratta della concittadina più anziana appartenente alla nostra comunità, aveva 104 anni.

Ai familiari rinnovo ufficialmente sentite condoglianze a nome mio e di tutta la cittadinanza”.

Il primo cittadino inoltre ha disposto la chiusura del cimitero del paese, che oggi sarebbe stato affollato da tutti coloro che nel giorno dedicato alla commemorazione dei defunti portano un fiore sulla lapide dei propri cari. I rischi legati ad un possibile contagio hanno indotto nella comunità hanno dunque indotto il primo cittadino a prendere questa decisione.

“Per ragioni di sicurezza ho disposto la chiusura del cimitero nella giornata odierna”, ha comunicato.