Nuovi casi a Larino: c’è anche un consigliere comunale. Sanificato Palazzo Ducale

E’ notizia di ieri sera che a Larino ci sono 8 nuovi casi (di cui 5 del cluster della casa circondariale) dei 48 complessivi rilevati dall’Asrem nella nostra regione. A fare chiarezza è il sindaco, che dà notizia che uno dei positivi è un consigliere di maggioranza e che pertanto si è provveduto alla sanificazione di Palazzo Ducale.

Così Pino Puchetti sulla pagina facebook del Comune frentano: “Dal bollettino dell’Asrem si è appreso che a seguito dei tamponi molecolari effettuati nelle scorse ore, a Larino oggi si sono registrati 8 nuovi casi positivi.

5 sono legati al cluster che si è sviluppato all’interno della casa circondariale di Contrada Monte Arcano.

1 è legato all’altro gruppo di contagiati presente in città, ossia quello delle persone che hanno avuto stretti contatti con il medico di base.

Gli altri 2 sono un consigliere di maggioranza e sua moglie che sono comunque asintomatici.

In via precauzionale si è già provveduto, nelle scorse ore, alla sanificazione di tutti gli ambienti di Palazzo Ducale.

Inoltre con ordinanza sindacale si è stabilito di chiudere al pubblico gli uffici comunali fatta eccezione per appuntamenti da fissare telefonicamente.

Sempre oggi (ieri, ndr), come ogni lunedì, si è svolta la riunione del Coc per fare il punto sulla situazione dei contagi in città e le misure adottate per venire incontro alle esigenze delle famiglie con positivi.

Alla riunione, oltre al sindaco, erano presenti il vice sindaco Antonio Vesce, il dottor Bruno Petrecca, il dottor Gaetano Ricci, un rappresentante della polizia locale, don Antonio Di Lalla e l’ingegnere Giuseppe La Serra.

Il dottor Petrecca ha proposto di suggerire alle famiglie con soggetti positivi in casa l’acquisto di un ossimetro e di un termometro ad infrarossi per monitorare l’andamento dell’ossigenazione del sangue e la temperatura in modo da consentire al medico curante di aggiornare anche al telefono i due parametri.

Grazie al lavoro delle associazioni di volontariato e al coordinamento comunale tutte le famiglie che hanno avuto necessità legate all’impossibilità di uscire per la spesa o l’acquisto di farmaci sono state raggiunte e servite.

Sempre, nel corso della riunione, si è dato atto dei controlli effettuati dalla Guardia di Finanza e si è ribadita la necessità di intensificare i controlli al fine di prevenire comportamenti contrari alle norme in vigore relative al mantenimento delle distanze, al divieto di uscita dopo le 22 e al corretto uso dei dispositivi di protezione personale”.

 

Più informazioni su