Quantcast

Nuove misure per pazienti covid: punto tamponi a Termoli, 2 Usca per visite domiciliari a Agnone e Isernia

Al vecchio ospedale termolese sarà operativo un nuovo centro prelievo per effettuare i test rinofaringei: ad annunciarlo il dg Asrem Florenzano. Rafforzate unità di assistenza domiciliare in provincia di Isernia, soddisfatta la Calenda. Mentre Cefaratti chiede la proroga dei contratti di oss e infermieri assunti a partita Iva

Ci sono alcune novità importanti per le persone in attesa di un tampone e per coloro che invece sono già positivi e necessitano di assistenza domiciliare tramite le Usca (Unità specializzate di continuità assistenziale). Ad annunciarle il direttore generale dell’Azienda sanitaria regionale Oreste Florenzano durante la seduta del Tavolo Tecnico per l’emergenza sanitaria.

La prima riguarda Termoli: da domani al vecchio ospedale sarà operativo un nuovo centro prelievo per effettuare i test rinofaringei in grado di accertare l’infezione da Sars-Cov-2. “Verranno potenziati i turni di prelievo mattina e pomeriggio”, ha spiegato il dg. “Nell’ambito del potenziamento delle attività di contat tracing e di potenziamento delle modalità di screening si aggiunge questo ulteriore ed importante tassello”

Al tempo stesso sarà potenziato il personale impiegato per l’assistenza e le visite domiciliari dei positivi in provincia di Isernia, come aveva richiesto esplicitamente la consigliera Filomena Calenda che aveva denunciato ritardi e disservizi.

filomena calenda

Le due unità saranno attivate a Isernia e Agnone. “Questo mi rincuora molto – commenta la Calenda – perché già ora l’USCA con sede in Venafro perde 2- 3 ore solo per raggiungere alcuni comuni nella zona di Agnone e che col sopraggiungere dell’inverno questi tempi saranno destinati ad aumentare e quindi a incidere negativamente sull’attività clinica delle USCA stesse. La loro attivazione ad Agnone consentirà un più efficiente servizio territoriale”.

Inoltre l’Asrem sta effettuando sopralluoghi presso gli ospedali di Isernia e di Agnone per attivare dei punti prelievo per eseguire i tamponi molecolari anche nei due nosocomi. In riferimento, invece, ai rinnovi delle esenzioni dei ticket sanitari per patologie e per reddito, la proroga sarà attivata in automatico, così da evitare, alle persone anziane e a quanti presentano patologie serie, di raggiungere le Asl di competenza territoriale. Tutto ciò, ovviamente, per salvaguardare la salute delle persone più vulnerabili”.

Infine il consigliere regionale di Orgoglio Molise Gianluca Cefaratti ha presentato un ordine del giorno per chiedere la proroga dei contratti di OSS e infermieri assunti a partita IVA la cui scadenza è prevista il prossimo 31 dicembre. L’ordine del giorno impegna il presidente della Giunta regionale “a sollecitare con estrema urgenza il provvedimento di ulteriore proroga dei contratti per fronteggiare al meglio urgenza sanitaria”.