Quantcast

Incendio doloso alle Tremiti nel giugno 2019, assolto il presunto piromane

È stato assolto il 35enne agente della polizia locale delle isole Tremiti arrestato nel giugno 2019 come presunto autore di un vasto incendio che devastò una larga parte di macchia mediterranea della vegetazione delle isole Tremiti. La sentenza di assoluzione con formula piena per non aver commesso il fatto è arrivata ieri 11 novembre al Tribunale di Foggia al termine del processo celebrato con rito abbreviato.

L’uomo, un agente di polizia locale assunto con contratto stagionale, era stato fermato e arrestato dai carabinieri mentre si allontanava da un incendio e trovato con addosso un accendino.

Incendi alle Tremiti, arrestato in flagranza vigile urbano. Ma il presunto piromane nega e viene rilasciato

Tuttavia i suoi avvocati difensori, il termolese Joe Mileti e Gianni Spina, sono riusciti a provare davanti al giudice la sua estraneità ai fatti.

La documentazione prodotta dalla difesa corredata anche con immagini dello stato dei luoghi, ha portato il giudice a emettere una sentenza di assoluzione, nonostante la pubblica accusa avesse chiesto 2 anni e 8 mesi di reclusione per il presunto piromane. Il giudice ha invece ritenuto di non accogliere la richiesta decidendo di non dover procedere nei confronti dell’imputato.