Quantcast

Dopo il sequestro di cocaina, controlli straordinari antidroga dei carabinieri: eseguite cinque perquisizioni

Si è inasprita la lotta dell'Arma allo spaccio di sostanze stupefacenti dopo l'arresto eseguito a Campomarino nei giorni scorsi. Verifiche e controlli previsti anche nei prossimi giorni

Il sequestro a Campomarino nei giorni scorsi di quasi un chilo di cocaina e il relativo arresto del pusher ora ai domiciliari, hanno aperto un canale investigativo importante sul quale sono ovviamente in corso le indagini  dei carabinieri del comando provinciale di Campobasso.

Dopo quei fatti (non si ha memoria di un sequestro tanto ingente di cocaina negli ultimi anni in provincia di Campobasso) si è consolidata la macchina organizzativa dell’Arma che in un’attività di contrasto allo spaccio, approntata in queste ultime settimane, oggi ha passato al setaccio l’intero territorio bassomolisano.

Quella cocaina era destinata ai consumatori del Basso Molise. E quel chilo non era certamente il primo nè l’ultimo  in arrivo a Termoli e dintorni, centri che sono ad una manciata di chilometri dalla provincia di Foggia dove si riforniscono ormai tutti i pusher locali. Quel chilo di cocaina è probabilmente la punta di un iceberg che però ha lanciato campanelli di allarme importanti. Al di là dell’ovvia attività di indagine che gira attorno all’arresto dell’uomo di Campomarino e al sequestro rilevante eseguito la scorsa settimana, i carabinieri hanno diramato verifiche e controlli anche nei centri limitrofi.

Sono cinque perquisizioni effettuate oggi dai militari della Compagnia di Termoli.

Uomini in divisa ma anche in borghese, assieme all’unità cinofila di Chieti,  hanno fissato degli obbiettivi da perseguire in giornata corso nel paese bassomolisano. Due pattuglie sono arrivate  quindi prima nel centro urbano di Guglionesi attorno alle 17, un’ora di distanza dal “coprifuoco” che chiude le attività di somministrazione alcol e ristorazione al tavolo. Qui sono state eseguite verifiche anche a carico di alcuni avventori.

Guglionesi auto carabinieri

Non soltanto l’esercizio pubblico di Guglionesi, nell’elenco dei militari altri quattro obiettivi che sono stati sottoposti ai controlli programmati entro le 19. Nulla ancora si sa circa l’esito delle perquisizioni, bocche cucite tra gli investigatori certo è che perquisizioni e controlli sono previsti anche nei prossimi giorni.