Dai bambini agli anziani, Termoli lancia il ‘Patto per la Lettura’

Dopo essere entrata a far parte della “Città che legge”, nuovo passo importante per Termoli. Questa mattina 20 novembre l’assessore alla Cultura Michele Barile ha presentato alla stampa “Il patto per la Lettura”.

Con lui Gabriella De Santis, posizione organizzativa del settore, Marilena Piermatteo, Antonio Lanzone, Antonietta Occhionero e Giuseppe Savino. Un apposito spazio per “Termoli Città che Legge” è già stato destinato sul sito istituzionale dell’ente dove si potranno trovare tutte le informazioni e la modulistica per aderire all’iniziativa.

Per il Patto della Lettura sarà creato un coordinamento con diversi soggetti al fine di avviare dei tavoli tecnici e pianificare tutte le attività da porre in essere. Il Patto per la Lettura è già stato recepito dalla Giunta Comunale.

I soggetti che possono aderire sono le biblioteche, librerie, le scuole, le imprese private e le associazioni di volontariato. Un passo importante per continuare a profondere cultura attraverso la lettura, un ambito che coinvolgerà i bambini ma anche gli anziani. Gli appassionati di lettura troveranno una giusta dimensione attraverso le varie iniziative che saranno realizzate.

Il Patto per la Lettura ha una durata biennale e punta sulla collaborazione tra i vari soggetti interessati e il Comune di Termoli.