Covid, sei persone morte in poche ore. Il bilancio si aggrava: 105 le vittime

Sale a 105 il numero delle persone che si sono spente in Molise dall'inizio dell'epidemia ad oggi. Nelle notte due persone decedute nelle case di riposo di Fornelli e Sessano del Molise. Oggi prima si è spenta una donna di appena 58 anni in Terapia Intensiva. Poi altri tre decessi

Salgono a 105 le vittime del Covid-19 in Molise. Fra la serata di ieri e la mattinata di oggi infatti si sono registrati sei decessi. Nel tardo pomeriggio di ieri nella Casa di riposo ‘Villa Irene’ di Fornelli è venuta a mancare una donna di 87 anni, originaria di Cerro al Volturno, che era positiva al Sars-Cov-2.

La morte della donna non era stata ancora conteggiata nel bollettino fornito ieri (24 novembre) dall’Asrem, al pari di un’altra vittima afflitta da Covid-19 e morta nella giornata di martedì 24 novembre. Anche in questo caso una donna, 91 anni, spirata nella casa di riposo di Sessano del Molise ma originaria di Forlì del Sannio.

In sostanza sono 5 le vittime nella sola giornata di martedì e non 3 come riportato nel bollettino Asrem (due in Malattie Infettive e una in Rianimazione), di 74 e 76 anni (in due casi).

Oggi 25 novembre in Molise sono quattro le persone che hanno perso la vita per le conseguenze dell’infezione. Nel primo caso si tratta di una donna di Bojano di appena 58 anni, dunque una delle vittime più giovani di questa strage silente.

La donna era ricoverata in Terapia Intensiva al Cardarelli di Campobasso. Il suo quadro clinico era aggravato da un’altra patologia. L’infezione da Sars-Cov-2 ha pregiudicato irrimediabilmente il suo stato fisico. Poi la notizia del decesso di un 66enne, anche lui ricoverato in Malattie Infettive e originario di Civitanova del Sannio.

Inoltre, sempre oggi si è spento un uomo di 66 anni di Pozzilli: il suo quadro clinico è peggiorato repentinamente nonostante il ricovero in Infettive nel nosocomio covid del capoluogo. A comunicarlo la sindaca del paese della provincia di Isernia Stefania Passarelli: “Le prime linee di febbre, il respiro affaticato, la corsa all’ospedale a Campobasso: le condizioni di un cittadino di Pozzilli sono peggiorate velocemente (24 ore) fino al decesso ed a soli 66 anni. I figli, la moglie e i parenti sono distrutti dal dolore e non se fanno una ragione”. Oltre a rivolgere le condoglianze alla famiglia, il primo cittadino di Pozzilli rivolge un appello alla comunità: “Il virus si fa sempre più aggressivo, dobbiamo conviverci, avere paura e rispettare le regole”.

Il bilancio si è aggravato drammaticamente nelle ore successive: l’ultimo decesso di oggi comunicato da Asrem nel bollettino di stasera è di un’anziana di 84 anni di Baranello ospite della casa di riposo di Busso. 

Continua quindi un trend che vede le morti per Covid-19 in forte aumento nella nostra regione, così come nel resto d’Italia, visto che ieri è stato raggiunto il picco di 853 decessi, il massimo della seconda ondata. In Molise invece le vittime della recrudescenza dell’epidemia di quest’autunno sono arrivate a 82, cui vanno aggiunti i 23 decessi della prima ondata.