20 novembre – Ancora una giornata nera: 6 decessi, 10 nuovi ricoveri e 157 casi su 1051 tamponi – POSITIVI COMUNE PER COMUNE

9 pazienti in Terapia Intensiva: mai così tanti dall'inizio della pandemia in Molise. Sei le persone decedute oggi con il Covid, 4 in Infettive, 1 in Terapia Intensiva al Cardarelli e una nell'area grigia del Veneziale di Isernia. Sono 157 i nuovi positivi, quasi lo stesso numero di ieri, su oltre mille tamponi. 7 i dimessi, ma altri 10 ricoverati. Il tasso positività oggi è al 14.9 %. Sono 92 le vittime da Covid della nostra regione.

TERAPIA INTENSIVA, 9 PAZIENTI: MAI COSI’ TANTI DALL’INIZIO DELLA PANDEMIA IN MOLISE

Sono 2357 gli attuali positivi in Molise, 1372 della provincia di Campobasso, 970 di quella di Isernia, 15 di altre regioni. Il numero complessivo – a oggi 20 novembre – dei ricoverati al Cardarelli, unico ospedale covid che resta sotto pressione, è pari a 60. Di questi 51 si trovano in malattie infettive, la cui capienza massima di posti letto è 54, e ben 9 in intensiva. Il reparto di Rianimazione per la prima volta nella storia della epidemia da Sars COV 2 passa a un numero così alto di pazienti intubati.

VIRUS IMPLACABILE CON GLI ANZIANI: OGGI ALTRI 6 DECESSI

E’ un altro giorno di dolore per la nostra regione. Mentre l’indice di contagio scende, come rilevato dall’istituto superiore di sanità nel consueto monitoraggio settimanale, il virus continua a ‘falciare’ in maniera implacabile la popolazione anziana della nostra regione. Sei le persone che oggi – 20 novembre – si sono spente dopo aver sviluppato la Covid-19. Quattro erano persone ricoverate nel reparto di malattie infettive dell’ospedale Cardarelli di Campobasso.

Tutte donne: una 92enne di Casalciprano, una donna di 83 anni di Isernia e una signora di 81 anni di Sant’Agapito. Nel reparto di malattie infettive si è spenta anche un’anziana di 91 anni che era stata trasferita in ospedale ed era una delle ospiti della Residenza Sanitaria Samnium di Vinchiaturo. È deceduto inoltre un paziente che era ricoverato in Terapia intensiva, un uomo di 84 anni di Forlì del Sannio. L’ultimo decesso è avvenuto nel nosocomio di Isernia, nell’area grigia dedicata ai pazienti covid dove è spirata un’altra donna, un’anziana di 84 anni.

Il drammatico ‘bollettino’ delle vittime del Sars-Cov-2 dunque aumenta anche oggi: attualmente sono 92 le vittime dall’inizio della pandemia.

AUMENTA LA PRESSIONE SUL CARDARELLI: 10 RICOVERI E 7 DIMISSIONI

Dieci nuovi ricoveri, oltre a un trasferimento da Malattie Infettive a Terapia Intensiva e sette dimissioni dall’ospedale Cardarelli di Campobasso. Cresce quindi la pressione sul nosocomio Covid del Molise.

Il bollettino quotidiano dell’Asrem riferisce di 10 nuovi ingressi in Infettive: si tratta di 2 pazienti di Isernia, 2 di Termoli e uno ciascuno di Campobasso, Montefalcone nel Sannio, Ripabottoni, Ferrazzano, Baranello e Cercemaggiore.

Per una persona di Larino già ricoverata è stato necessario il trasferimento in Rianimazione.

In compenso hanno lasciato l’ospedale 2 pazienti di Isernia, 2 di Termoli e uno ciascuno di Campobasso, Sant’Agapito e Santa Croce del Sannio (provincia di Benevento).

157 NUOVI POSITIVI SU OLTRE 1000 TAMPONI: TERMOLI ANCORA IN TESTA ALLA CLASSIFICA NEGATIVA

Oggi 157 positivi su 1051 tamponi per un tasso di positività del 14,9%. Ieri c’erano stati 139 positivi su 1297 test (10,7% il tasso di positività).

I cluster più numerosi continuano a essere concentrati oggi a Campobasso (22), Isernia (22 anche qui), ma la cittadina che si conferma con il numero maggiore di nuovi positivi è Termoli, dove sono ben 25, a dimostrazione che il virus continua a circolare. I tamponi effettuati nelle ultime ore attestano nuovi casi anche a Venafro (15), Pozzilli (4), Guglionesi (4), Portocannone (3),  Campomarino (4). 2 i positivi a Montenero di Bisaccia a Larino, ben 6 invece a Capracotta.

QUI L’ELENCO DEI POSITIVI AGGIORNATO COMUNE PER COMUNE

Elenco positivi 20 novembre per comune

 

PER 10 PERSONE L’INCUBO COVID E’ FINITO
Numero esiguo di guariti nella giornata di oggi, appena 10. Due sono di Isernia e 2 di Toro, poi 1 di Casalciprano, Forlì del Sannio, Guglionesi, Montenero di Bisaccia, Pesche e Riccia.

L’INDICE RT DEL MOLISE SCENDE SOTTO 1, MA E’ A RISCHIO

L’indice Rt sulla diffusione dei contagi scende sotto la soglia di 1. In particolare in Molise si attesta sullo 0,94. E’ la prima, incoraggiante notizia che emerge nella conferenza stampa dell’Istituto superiore di sanità che questo pomeriggio ha fatto il punto e tracciato il monitoraggio settimanale.
Gli Rt sono in calo in quasi tutte le regioni italiane. Questi nel dettaglio: Abruzzo 1,32, Basilicata 1,46, Calabria 1,06, Campania 1,11, Emilia-Romagna 1,14, Lazio 0,82, Liguria 0,89, Lombardia 1,15, Marche 1,17, Piemonte 1,09, Provincia Bolzano 1,16, Provincia Trento 1,03, Puglia 1,24, Sardegna 0,79, Sicilia, 1,14, Toscana 1,31, Umbria 1,06, Valle d’Aosta 1,14.
“Negli ultimi giorni il numero dei casi comincia ad appiattirsi e questo indica il rallentamento dell’incidenza”, le parole del presidente dell’Istituto superiore di sanità Silvio Brusaferro alla conferenza stampa al ministero della Salute sull’analisi dei dati del monitoraggio regionale della Cabina di regia.
Inoltre il Molise, assieme a Friuli e Veneto sono le uniche tre regioni attualmente definite “a rischio moderato” che mostrano però “una probabilità elevata di progredire a rischio alto nel prossimo mese”.

ALL’OSPEDALE DI CAMPOBASSO CREATI ALTRI 18 POSTI LETTO PER PAZIENTI COVID

Troppi ricoveri per covid, all’ospedale Cardarelli entrano in funzione altri 18 posti letto

ATTIVATO PUNTO PRELIEVI AD AGNONE PER MIGLIORARE TRACCIAMENTO

centro prelievi agnone

La Asrem, azienda sanitaria regionale del Molise, ha attivato un punto prelievi di campioni biologici ad Agnone, er evitare che chi deve sottoporsi al test molecolare raggiunta Isernia e per alleggerire il carico – già importante – della squadra tamponi operativa nella cittadina pentra. Il Comune di Agnone ha messo a disposizione una struttura in muratura dove il personale incaricato eseguirà i prelievi ogni mercoledì e venerdì, dalle ore 15 alle 19. Popolazione soddisfatta per il servizio, già in funzione.

I DATI NAZIONALI

Secondo i dati pubblicati dal ministero della Sanità oggi in Italia sono stati registrati 37.242 nuovi casi di coronavirus su 238.077 tamponi e 699 morti (per totale 48.569). In aumento di 36 unità i ricoveri in Terapia Intensiva. Aumenta però anche il numero dei guariti/dimessi: 21.035 nelle ultime 24 ore. Il rapporto positivi/tamponi risale a 15,6 (ieri 14,6).

Ieri i nuovi positivi erano stati 36.176 su 250.186 tamponi, i morti 653.