Sindaci e imprese in riunione: “Riaprire il passaggio a livello Boscoredole-Carpinone”

Andare incontro alle esigenze delle aziende agricole garantendo nel contempo la sicurezza degli automobilisti. Questo quanto emerso nel corso dell’incontro che si è tenuto a Bojano, dove il neo sindaco della città matesina, Carmine Ruscetta, ha promosso un meeting con il primo cittadino di San Massimo, Alfonso Leggeri, una rappresentanza di imprenditori agricoli e zootecnici dell’area ed il Direttore regionale della Coldiretti Molise, Aniello Ascolese.

passaggio a livello bojano riunione

Tema della riunione, cui hanno preso parte anche i consiglieri comunali di Bojano, Nicola Malatesta e Liberato Gentile, rispettivamente con delega all’Agricoltura ed all’Urbanistica, la chiusura del passaggio a livello, posto al Km 14+57 della linea ferroviaria Boscoredole-Carpinone.

Disposta alcuni mesi fa dall’allora Commissario al Comune di Bojano, dietro richiesta di Rfi ed Anas, la chiusura del passaggio a livello sta creando gravi disagi agli imprenditori agricoli e zootecnici, “costretti – spiega il Direttore di Coldiretti Ascolese – a percorrere , con i loro mezzi, lunghi tratti della Statale 17 per recarsi a lavorare nelle loro aziende”, posizionate lungo la tratta ferroviaria”.

“Un percorso obbligato – evidenzia Ascolese – che mette in pericolo sia la sicurezza degli imprenditori agricoli sia quella degli automobilisti che percorrono la statale, senza considerare le inversioni o gli attraversamenti, altrettanto rischiosissimi”.

Nel corso della riunione è stato anche evidenziato che la linea ferroviaria è attualmente inutilizzata, essendo interessata da lavori di elettrificazione, ed è stato pertanto inutile chiudere il passaggio a livello, “peraltro – ha osservato Ascolese – senza proporre un valido percorso alternativo come ad esempio un sottopasso o una complanare”.