Si inietta eroina e nelle tasche ha quattro dosi di kobret, ventenne nei guai

I carabinieri di Bojano hanno sorpreso un altro giovane intento a consumare eroina. La perquisizione personale ha permesso di rinvenire nelle tasche dei pantaloni altre quattro dosi di kobret ed una di marijuana, che non si esclude fossero destinate a terzi. Il giovane, 20 anni, è stato segnalato al prefetto in qualità di consumatore.

I carabinieri di Trivento, invece, hanno fermato ad un posto di controllo un uomo di 70 anni del posto che viaggiava a bordo della sua macchina completamente ubriaco.

All’alt, infatti, l’uomo ha fermato la macchina ma quando è sceso aveva un’andatura barcollante e ha iniziato a proferire frasi sconnesse. Immediato il supporto di una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile di Bojano, che lo ha sottoposto ad accertamento etilometrico sul posto.

L’esito della prova del “palloncino” è stato inequivocabile: aveva un tasso alcolemico di 1,50 g/l ad entrambe le prove. Gli è stata quindi ritirata la patente e la macchina affidata ad un conoscente, con il conseguente deferimento all’autorità giudiziaria per la guida in stato di ebrezza.

Un’altra pattuglia dei carabinieri di Trivento, la stessa sera, ha ritirato in via cautelare un fucile da caccia calibro 12 ad un 60enne residente, reo di aver proferito minacce gravi nei confronti di un coetaneo.

I fatti risalgono a qualche giorno fa quando, per una diatriba a causa di confini terrieri, l’uomo ha iniziato a minacciare il coetaneo. Del reato risponderanno all’autorità giudiziaria anche la moglie ed il figlio dell’uomo. All’autorità prefettizia è stata avanzata proposta per il diniego detenzione armi e munizioni, essendo venuti meno i requisiti necessari per il possesso di tale licenza, assumendo comportamenti che non facciano sorgere il dubbio di un possibile abuso.