Sei contagi a Oratino, il sindaco proroga la chiusura dell’Infanzia e della Primaria

Il primo cittadino ha firmato una seconda ordinanza. L'Asrem ha necessità di eseguire ulteriori verifiche anche tra gli alunni che potrebbero essere entrati in contatto con il cluster familiare già noto

Chiusa la scuola dell’infanzia e la primaria di Oratino fino a nuove disposizioni che arriveranno dagli esiti delle indagini che l’Asrem ha già avviato rispetto ai contagi registrati nel comune di Roberto De Socio.

Il sindaco questa sera – domenica 18 ottobre – ha firmato la seconda ordinanza che proroga la chiusura dell’istituto scolastico. La prima, in via precauzionale era stata adottata per il 16 e il 17 ottobre. Quest’ultima invece – che è una proroga dell’altra –  nasce dall’esigenza di accertare eventuali contatti dei bambini con le persone del cluster noto.

Sono sei i positivi al Covid-19 nel comune di Oratino, compresi gli ultimi due resi noti nel bollettino delle 19 dell’Asrem.

L’istituto di Igiene, dunque, procederà ad ulteriori verifiche tra i 60 alunni della scuola di Oratino, sottoponendo probabilmente a tampone i bambini che potrebbero essere entrati in contatto con le persone direttamente interessate dall’infezione dovuta al Sars-Cov2.

La necessità di ulteriore tempo per individuare altri potenziali casi di contagio di coloro che hanno avuto rapporti diretti con chi ha contratto il virus, ha visto il sindaco costretto, (di accordo con il dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria), a firmare l’ordinanza di chiusura dell’istituto, in modo da consentire all’Asrem di aver un quadro chiaro e completare l’indagine. Poi sarà la stessa Asrem ad informare su eventuali casi di positività nella scuola, una volta che si conosceranno le classi interessate dai contagi che probabilmente non è escluso siano sottoposte a tampone.