Quantcast

Scatta l’obbligo della mascherina, Campobasso virtuosa: “La salute viene prima di tutto”

Primissimo mini-bilancio positivo rispetto alla nuova norma restrittiva che prevede l’utilizzo dei dispositivi di sicurezza sia al chiuso che all’aperto. Sia in centro che in periferia la stragrande maggioranza delle persone passeggia indossando la mascherina: “Proteggiamo noi stessi e chi ci sta di fronte, non è poi tutto questo fastidio se serve a limitare i contagi”. Nel dettaglio, sono esonerati i bambini dai 6 anni in giù, le persone con patologie che ne sconsigliano l’utilizzo e chi sta svolgendo attività sportiva.

Stato di emergenza fino al 31 gennaio 2021, obbligo di mascherina sia all’aperto che al chiuso. Con poche eccezioni. È scattata oggi, 8 ottobre, la novità introdotta nel nuovo ‘decreto covid’. In tutta Italia, Molise compreso. Una norma restrittiva che dopotutto è stata presa bene a Campobasso, dove la stragrande maggioranza delle persone (un campione di circa 100 unità) indossava il dispositivo di sicurezza all’aperto e al chiuso.

“Per me hanno fatto bene – dice Marco – perché mettere la mascherina protegge prima chi abbiamo di fronte e poi noi stessi. È una misura che dopotutto non dà così fastidio come vuole far credere qualcuno”. Leggermente più scettico Giuseppe, che dice di non sapere “se effettivamente ci protegge dal virus ma nel dubbio io la indosso”. Un atteggiamento generalmente responsabile, riscontrato sia in centro che in periferia.

Campobasso mascherine

E sia dai giovani che dagli anziani. C’è chi guida anche con la mascherina, magari al suo fianco c’è una persona non convivente e la sicurezza non è mai troppa. “Non è mancanza di fiducia verso il prossimo ma in questo momento dobbiamo stare tutti molto attenti per evitare un altro lockdown” spiega invece Annamaria, mentre è in fila per entrare in farmacia.

Campobasso mascherine

Bisogna dire che le mascherine vanno portate sempre dietro, con obbligo di utilizzo nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private e in tutti i luoghi all’aperto a eccezione dei casi in cui si è da soli. Nel dubbio, in tanti preferiscono indossarla non appena si varca la soglia del portone della propria abitazione. A proposito, l’obbligo è estero a tutti i luoghi chiusi, non solo quelli pubblici, tolta la propria casa. E lo stesso presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha consigliato vivamente di metterla specialmente in presenza di persone deboli o anziane, anche se si tratta di parenti.

 

Restano escluse “le persone che stanno svolgendo attività sportiva, i bambini di età inferiore ai sei anni e chi ha patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina, nonché coloro che per interagire con i predetti versino nella stessa incompatibilità” si scrive nel documento ufficiale emanato dal Governo.

Campobasso mascherine

Aggiunge saggiamente Alessandro, mentre effettua una consegna postale, “la gente non dovrebbe indossare la mascherina perché così evita la multa ma piuttosto tutti dovrebbero essere consapevoli che il motivo è la salute”. Giusto. Va ricordato che chi dovesse incappare nella sanzione dovrà sborsare tra le 400 e le 1000 euro.

Campobasso mascherine

Dunque, il primo rapido bilancio nella città di Campobasso ci parla di cittadini educati e ligi alle regole, senza troppi fronzoli o polemiche. Tutto ciò conferma che quando c’è di mezzo la salute non c’è negazionismo/populismo che tenga.   FdS