Montenero, i contagiati di oggi hanno preso il virus fuori regione

Due contagiati a Montenero di Bisaccia nel bollettino di oggi dell’Asrem. “Anche oggi ho ricevuto comunicazione dall’Asrem di due casi positivi al Covid-19 tra i nostri concittadini, i quali sono venuti in contatto con il virus fuori regione: fortunatamente entrambe sono in buono stato di salute.
Per uno di loro è stata attivata la ricostruzione della catena dei contatti, mentre per l’altra sono già stati effettuati i primi tamponi.
A scopo precauzionale ho disposto anche la sanificazione straordinaria e precauzionale degli uffici comunali per la giornata di domani, domenica 25 ottobre” fa sapere la sindaca Simona Contucci.

“Informo inoltre – prosegue – che finalmente, dopo alcuni contrattempi, l’Asrem ci ha riconsegnato anche i referti dei tamponi effettuati lo scorso weekend agli alunni di alcune classi della Scuola secondaria di primo grado e dell’Infanzia. Come ho avuto modo di anticipare già informalmente, i risultati sono tutti negativi. Una bella notizia che rasserena tutti. Le modalità di consegna dei referti cartacei verranno comunicate dall’Istituto Omnicomprensivo direttamente alle famiglie interessate”.

Da parte di Contucci altre informazioni a beneficio della popolazione. “Mi preme a questo punto ribadire una precisazione importante: finora su Montenero sono state processate diverse centinaia di tamponi, che hanno posto le basi anche per un’importante attività di screening sulla nostra popolazione, soprattutto quella scolastica, consentendo nel contempo di mappare una consistente percentuale della nostra comunità.
I protocolli di prevenzione adottati dalla scuola, da quanto è emerso, hanno funzionato egregiamente.

Negli ultimi giorni, però, c’è stato un incremento dei casi in Molise, in linea con ciò che sta accadendo sull’intero territorio italiano; questo fattore ha determinato una convulsa attività da parte dell’Asrem cui compete, oltre all’attività di effettuare i tamponi, anche quella di ricostruire la catena del contagio e la concomitante definizione delle quarantene.
Capirete come in un quadro generale in crescente evoluzione come quello attuale, ma che non è ancora quello di lockdown, tali operazioni richiedano sforzi davvero enormi che a volte sfociano in problematiche di sovraccarico a scapito del nostro sistema sanitario nazionale e regionale. Questa crescita esponenziale nei numeri da processare, ha determinato inevitabilmente alcuni disagi e rallentamenti anche per i risultati dei tamponi effettuati a Montenero.

Ma proprio alla luce di quanto esposto finora, vi chiedo di avere un po’ di pazienza in più e una maggiore comprensione della realtà odierna, anche perché ci troviamo tutti a vivere in una situazione emergenziale che si protrarrà sicuramente anche nei prossimi mesi; ciò mi spinge a ribadire l’invito ad impegnarci tutti nell’aiutare in primis l’Asrem nella gestione di questa pandemia, cercando di essere una comunità sempre più collaborativa.

Concludo con il solito monito: siate prudenti, rispettate il distanziamento, evitate gli assembramenti, indossate la mascherina e igienizzate bene le mani. Non mi stancherò mai di ripeterlo”.