Minacce agli operatori della comunità di recupero, pregiudicato romano torna in carcere

Più informazioni su

Stava scontando la sua pena ai servizi sociali ma, a seguito di minacce rivolte agli operatori della comunità di recupero che lo ospitava, i Carabinieri di Rotello lo hanno riportato in carcere.

La storia è quella di un pregiudicato romano che, dopo commesso una serie di reati, era stato giudicato e condannato alla pena detentiva in carcere. Il Tribunale però aveva deciso di concedergli una possibilità, affidandolo ai servizi sociali, per un periodo di riabilitazione. L’uomo però, all’interno della struttura molisana, ha iniziato a minacciare gli operatori del centro in più occasioni, talvolta ponendo in essere anche tentativi di ritorsione nei loro riguardi. Per tale ragione la cooperativa si è vista costretta a segnalare i comportamenti all’Autorità Giudiziaria la quale ha immediatamente emesso un’ordinanza di ripristino della misura detentiva.

A quel punto, i militari della Stazione Carabinieri di Rotello, muniti di provvedimento, si sono presentati presso la comunità di recupero dove l’uomo stava scontando la pena, poiché inserito in un percorso di riabilitazione, e lo hanno riportato in carcere, ponendo fine alle paure degli operatori sociali.

Più informazioni su