Internato dai nazisti è cittadino benemerito del capoluogo. Gravina: “Onore per la città”

michele montagano gravina onoreficenza

Dopo mesi di attesa finalmente il dottor Michele Montagano ha ricevuto la pergamena che attesta il riconoscimento di cittadino benemerito della città di Campobasso. Ad accoglierlo oggi, 22 ottobre, in Municipio c’erano il sindaco Roberto Gravina e il presidente del Consiglio comunale Antonio Guglielmi i quali hanno chiuso il cerchio che si era aperto nel dicembre del 2019 quando l’intera assise civica ha voluto conferire la cittadinanza all’ex ufficiale degli alpini internato nei campi da lavoro nazisti durante la seconda guerra mondiale.

Purtroppo in occasione della Giornata della Memoria, celebrata in Comune lo scorso 27 gennaio, Michele Montagano non poté ritirare personalmente la pergamena e il lockdown ne ha impedito la consegna diretta fino a oggi quando Montagano, nato nel 1921, con un durissimo trascorso nello straflager KZ di Unterlüss (letteralmente un campo di punizione tedesco) e già Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, ha preso parte alla cerimonia.

“Oltre ad essere un onore per la nostra città e per la nostra Amministrazione, questo momento ha un valore di forte riproposizione dei valori e dei principi in cui Campobasso crede e per i quali ha giustamente ritenuto doveroso riconoscere al Dott. Michele Montagano la cittadinanza benemerita” ha dichiarato il sindaco di Campobasso, Roberto Gravina richiamando alla memoria anche il brutto episodio di razzismo contro un ragazzino di Campobasso additato come “negro” su un pullman della Seac.

“Il riconoscimento che la nostra città ha voluto dare ufficialmente lo scorso 5 dicembre al Dott. Michele Montagano è ben più di un atto simbolico contro la cultura dell’odio e dell’antisemitismo, rappresentando, infatti, un modo di raccontare la storia attraverso il ricordo vivo e partecipe di chi ha agito senza mai tirarsi indietro di fronte ai tentativi di lasciar dimenticare, come se nulla fosse, le tragedie umane che la cultura dell’intolleranza ha seminato.”

Va ricordato che il Consiglio Comunale di Campobasso, il 5 dicembre 2019, deliberò con il voto unanime dei presenti, oltre alla cittadinanza benemerita al Dott. Michele Montagano e a Giovanni Tucci, anche la cittadinanza onoraria alla Senatrice a Vita Liliana Segre e a Pietro Terracina, scomparso poi qualche giorno dopo, l’8 dicembre 2019, e già insignito della laurea Honoris Causa in Scienze della Formazione Primaria, dall’Università del Molise, il 23 marzo 2015.