Indennizzi a fondo perduto, credito d’imposta e cancellazione Imu. Le misure del Decreto Ristori

Previsti nuovi indennizzi a fondo perduto fino al 400%, credito d’imposta per gli affitti commerciali e cancellazione rata IMU di dicembre.

Il provvedimento Decreto Ristori interviene con uno stanziamento di risorse pari a 5,4 miliardi di euro in termini di indebitamento netto e 6,2 miliardi in termini di saldo da finanziare, destinati sia al ristoro delle attività economiche interessate che al supporto dei loro lavoratori.

In particolare, il decreto prevede:

– indennizzi a fondo perduto con bonifici diretti sul conto corrente, dal 100% al 200% di quanto già erogato nel mese di aprile con il Decreto Rilancio. Per alcuni settori specifici, quali ad esempio discoteche e sale ballo, si arriva al 400%;

– credito d’imposta cedibile al 60% per gli affitti commerciali dei tre mesi di ottobre, novembre e dicembre;

– cancellazione della rata IMU di dicembre per i proprietari e i gestori;

– sospensione del versamento dei contributi previdenziali in favore dei settori oggetto di restrizioni;

– ulteriori 6 settimane di Cassa integrazione, da usufruire tra il 16 novembre 2020 e il 31 gennaio 2021, per cui sono a disposizione 1,6 miliardi complessivi, che si accompagnano al blocco dei licenziamenti;

– sostegni ai lavoratori stagionali e ai settori del turismo, dell’agricoltura e dello sport;

– 400 milioni di euro per il sostegno all’export e alle fiere internazionali.

Per maggiori INFO telefonare al NUMERO VERDE GRATUITO 800 200 851 oppure
INVIARE UNA MAIL PER RICHIESTA INFO e DOCUMENTAZIONE A: confimpresemoliseweb@gmail.com

Più informazioni su