Contagio dilaga a macchia d’olio anche in Molise. 27esima vittima: è 61enne ricoverato in Intensiva

È deceduto nella sera del 22 ottobre un paziente ricoverato da alcuni giorni in rianimazione con covid. Ma aumentano i casi di contagio praticamente dovunque. Effettuati tamponi anche su residenti di Guglionesi con sintomi febbrili. Si attende la conferma della Asrem. Intanto due nuovi positivi a Casacalenda: avrebbero contratto il virus in una azienda agricola del Basso Molise dove stavano lavorando.

Sale a 27 il numero delle persone decedute dopo aver contratto un’infezione da nuovo coronavirus. Ieri sera (22 ottobre) ha smesso di battere il cuore di un uomo di 61 anni di Macchiagodena, paese della provincia di Isernia (dove attualmente ci sono quattro positivi), che era ricoverato da qualche giorno nel reparto di Terapia intensiva dell’ospedale Cardarelli di Campobasso.

Il virus in Molise dilaga a macchia d’olio, registra impennate quotidiane e i numeri ufficiali di ieri, 22 ottobre, confermano che la situazione sta sfiorando picchi di allarme anche sul piano dei ricoveri, che nel reparto di malattie infettive del Cardarelli continuano a salire.

Le notizie di oggi, nell’attesa della ufficialità data dal consueto bollettino del tardo pomeriggio affidato alla Asrem, non sono rassicuranti. Ci sono intanto due nuovi positivi a Casacalenda, come la stessa sindaca Sabrina Lallitto ha confermato sulla sua pagina Facebook invitando a mantenere attive, ora più che mai, le misure di prevenzione e contenimento del contagio.

Si tratterebbe di 2 giovani ospiti di una struttura  che hanno contratto l’infezione fuori dalla comunità, in un’azienda agricola del Basso Molise dove i circa 40 lavoratori sono già stati sottoposti a tampone. Si ipotizza pertanto una catena di contagio parecchio estesa, anche se in queste ore è iniziato lo screening di tracciamento mediante tampone e i risultati non arriveranno prima di domani.

Covid, due casi a Casacalenda. La sindaca: “Sono in isolamento da martedì”

Intanto effettuati tamponi anche su un nucleo familiare residente a Guglionesi, comune finora rimasto completamente indenne dalla nuova ondata di covid. Una giovane donna che ha accusato sintomi febbrili sarebbe risultata positiva al virus, sebbene non ci siano ancora comunicazioni di sorta ufficiali da parte delle autorità sanitarie. Anche per questo si attende la comunicazione con i dati del bollettino fornito nel pomeriggio.

L’uomo deceduto ieri era affetto da patologie pregresse, era un paziente oncologico e qualche giorno fa era stato sottoposto ad un intervento in una clinica privata di Napoli. Al rientro in Molise, in ambulanza, è stato sottoposto a tampone con il quale è stato riscontrato il Sars-cov-2. Mentre i suoi familiari erano risultati negativi al test rinofaringeo, lui è stato ricoverato il ricovero prima in Malattie Infettive e successivamente in Rianimazione.

Tuttavia, nemmeno le cure salva-vita dei medici sono servite: le sue condizioni di salute si sono aggravate fino al decesso che oggi è stato comunicato ufficialmente dalle autorità sanitarie regionali.

La drammatica notizia si registra all’interno di una preoccupante escalation di contagi che interessa anche la nostra regione, dove ieri sono emersi 56 nuovi positivi in 25 comuni diversi.

L’ultimo decesso risale a 14 giorni fa, 9 ottobre, quando si è spenta un’altra sessantenne, sempre della provincia di Isernia: una donna di 63 anni di Fornelli ricoverata nel reparto di Malattie Infettive. Il segno che il virus sta iniziando a ‘mordere’ anche in Molise dove l’età media dei deceduti dopo un’infezione da Sars-Cov-2 si sta iniziando progressivamente ad abbassare: ricordiamo che nel periodo più critico della pandemia, la scorsa primavera, il virus provocava vittime soprattutto tra gli ultraottantenni.

9 ottobre – Muore una 63enne di Fornelli malata di Covid. In Molise 10 positivi e 19 guariti